Vibo Valentia, Libera: "Una maglietta rossa per fermare l'indifferenza"

Share

Le ultime notizie 08 luglio 2018 - agg.

Libera Agrigento si ritroverà sabato pomeriggio in piazza Municipio, invitando tutti a indossare la maglietta rossa per "fermare l'emorragia di umanità".

Iniziative diverse si terranno in varie parti d'Italia. Raffaele Nogaro, vescovo emerito di Caserta. È anche diventato virale l'hashtag #magliettarossa, adottato da giornalisti, artisti, vip che partecipano con entusiasmo ricordando che una mano va data soprattutto nella realtà e non solo nel web. "Così Papa Francesco ci interpellava durante la Messa da lui celebrata a Lampedusa per le 33.000 vittime accertate perite nel Mediterraneo per le politiche restrittive della 'Fortezza Europa'".

Juve, un'offerta real per CR7 l'addio a Madrid è cosa fatta
Mentre la vita privata recente ci conferma che il 12 novembre del 2017 Cristiano Ronaldo è diventato nuovamente padre. Per il fuoriclasse di Funchal, dunque, la Juventus è l'unica strada e di questo alla Continassa sono felicissimi.

Per Salvini si tratta di "insulti e minacce" che "hanno un unico effetto, quello di darmi più forza". L'appello di Libera, rilanciato in queste ore in ogni parte d'Italia, arriva anche a Palermo, con l'adesione dei consiglieri comunali di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno, dei componenti del coordinamento di Sinistra Comune, di Cgil, Cisl e Uil. "Col nostro Governo la musica è cambiata e cambierà ancora", clicca qui per la foto e per i commenti dei follower.

"La chiesa, visto che oramai dal romano paganesimo ha deciso di riversarsi anch'essa nel 'politicamente-scorretto', pensi prima a lenire le emorragie spirituali degli italiani - dice l'A. - che di questi poveri disgraziati non ne parla mai nessuno. È necessario reagire al clima di odio e di indifferenza che si sta diffondendo e fermare questo massacro". "Indossiamo una maglietta rossa - ha detto don Luigi Ciotti, nell'appello diffuso nei giorni scorsi - per un'accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà". Rosso è il colore dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo. Così tanti bambini che scappano da guerre e carestie in Africa. "Palermo è e deve restare una città accogliente e solidale, condividiamo dunque lo spirito e i contenuti dell'iniziativa e lanciamo un appello alla partecipazione a tutti i cittadini e ai nostri iscritti, ai quali chiediamo di pubblicare sui social le foto con le magliette rosse ". Il Ministro dell'Interno Salvini ha scritto su Facebook: "Che peccato, in casa non ho trovato neanche una maglietta rossa da esibire oggi.". A stretto giro è arrivata la replica di don Ciotti: "Gliela porto molto volentieri una maglietta al Viminale, un piccolo gesto, fatto con rispetto". Nell'ambito di questo appello il coordinamento di Libera a Benevento ha organizzato, con Anpi e Arci, un Flash Mob alle ore 18:00 presso i semafori del Ponte Calore. Il 7 luglio, al tramonto, saranno illuminati di rosso il colonnato di Piazza del Plebiscito ed il Maschio Angioino. Di diverso parere è Alessandro Di Battista.

Una maglietta rossa da indossare in segno di dissenso, ma da convogliare in progetti e speranze per risvegliare le coscienze dal torpore che le rende complici delle tragedie che avvengono in mare.

Share