Rolling Stone, copertina contro Salvini

Share

Rolling Stone Italia ha appena pubblicato il suo nuovo numero in cui prende nettamente posizione sulla questione.

Ricostruiamo la vicenda: la rivista ha lanciato la campagna "Noi non stiamo con Salvini" e all'interno del numero in edicola si legge: "Fa male vedere, giorno dopo giorno, un'Italia sempre più cattiva, lacerata, incapace di sperare e di avere fiducia negli altri e nel futuro". "Noi non stiamo con @matteosalvinimi". Chiaramente l'opposizione fa la sua parte; e poiché ormai è una opposizione sempre più debole e colpevolmente responsabile di questo disastro, affida ai "sedicenti intellettuali", agli "artisti" il compito di attaccare chi sta operando nel bene e nell'interesse della Nazione.

Pochi minuti dopo la pubblicazione dell'articolo interviene Enrico Mentana, inserito tra i firmatari della petizione pur non essendo intenzionato a farlo.

Russia 2018: apre Spagna-Russia, in serata Croazia-Danimarca. Le probabili formazioni
In apertura di gara botta e risposta con Mandzukic che replica al gol lampo di Jorgensen . Ai rigori però è decisivo Akinfeev che dice no a Koke e Aspas , scatenando la festa.

"Quando voglio dire qualcosa, la dico". In prima persona, avendo la fortuna di poterlo fare in tv, e potendolo fare come tutti qui su fb. "Non credo agli appelli o alle prese di posizione perentorie e che servono solo a scopi identitari, o a volte peggio mirano a un po' di pubblicità gratuita" ha scritto il giornalista. E poi nelle pagine interne una raccolta di pareri e frasi di 'musicisti, attori, scrittori e figure legate allo showbiz e alla tv'. - riassume il direttore del Tg di La7. Una "scelta legittima, dicevo - scrive ancora Mentana - ma che non condivido".

"Il giornalismo è fatto di racconto e di confronto delle idee, di attacco alle posizioni ritenute sbagliate, o perfino pericolose". Tanti i nomi a firmare il manifesto-pop ( ma "tanti sono stati contattati, non tutti hanno risposto"), tra loro Caparezza, Chef Rubio, Carolina Crescentini, Erri de Luca, Elisa, Fabio Fazio, Gemitaiz, Gipi, Linus, Lo Stato Sociale, Makkox, Fiorella Mannoia, Vinicio Marchioni, Emma Marrone, Enrico Mentana, Ermal Meta, i Negramaro, Tommaso Paradiso, Michele Serra, Subsonica, Sandro Veronesi e Zerocalcare. Non so, non ho ancora letto la rivista. So però che il suo direttore mi aveva chiesto l'adesione, e la risposta è stata chiara... "Ergo, DA VOI la copertina di sinistra proprio no...".

Andiamo avanti con chi, completamente fuori da ogni logica, pensa che gli artisti siano tutti milionari annoiati pieni di figli, guardie del corpo, vivano una vita dissoluta e soprattutto per questo non si rendano conto della realtà:.perché naturalmente, fare l'artista non è un lavoro vero, soprattutto se usi la tua esposizione per "rubare i soldi dei terremotati" (?)Il ribaltamento definitivo della realtà poi avviene davanti alle minacce di segnalazione da parte dei seguaci di Salvini: Rolling Stone incita all'odio.

Share