F1 | Vettel: "Una bella soddisfazione il sorpasso finale su Bottas"

Share

"Forse nel primo stint ho spinto un po' tropo all'inizio, ma abbiamo vinto e sono davvero molto molto contento". Torna la safety, la corsa pare messa in frigo, Bottas al comando, Vettel insegue, quindi Hamilton e Raikkonen.

E' tornata a sventolare la bandiera della Ferrari sul circuito di Silverstone: dopo 4 anni di dominio assoluto di Lewis Hamilton e della sua Mercedes, Sebastian Vettel alla guida della rossa ha stracciato tutti ed ha consolidato la sua leadership nella classifica del mondiale di F1 con 171 punti, a +8 su Hamilton (163), e tiene bene anche il compagno di squadra Raikkonen a quota 116. "La safety car ha reso tutto più frizzante - aggiunge - ma è stata una bellissima battaglia".

AGCOM impone rimborsi agli operatori entro il 31 dicembre
E' stato l'ultimo escamotage ideato dagli operatori per svuotare le tasche dei clienti e prevedeva la fatturazione non per ogni mese solare, ma ogni quattro settimane.

Durante la conferenza stampa post gara, è stato mostrato ai tre protagonisti il video del contatto tra Raikkonen e Hamilton: "tutto quello che posso dire è che adesso sono due gare che le Ferrari hanno buttato fuori una delle Mercedes e una penalità di cinque secondi e una di dieci non sembrano influire. alla fine rovina la gara". Continua a leggere qui. Il tedesco ha costruito la sua vittoria in due momenti: al via, con una partenza bruciante che ha colto di sorpresa Hamilton, e poi al 48mo giro, quando al termine di una raffica di sorpassi e controsorpassi con Bottas, si è preso di forza la prima posizione, portandola al traguardo.

FORMULA UNO Privati dell'inno nazionale ai mondiali di calcio, gli italiani hanno potuto ascoltare le note dell'Inno di Mameli dove meno se lo sarebbero aspettati: nel cielo di Silverstone, casa di Hamilton e delle Marcedes. Così Sebastian Vettel commenta la vittoria nel Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone con la Ferrari. "L'importante è che questa Ferrari possa vincere, qui e anche sulle altre piste: penso abbiamo una macchina che funziona quasi ovunque, ma è importante anche lavorare di più perché sappiamo che alcune cose sono ancora deboli sulla macchina". Gran giornata per la Ferrari, che piazza sul podio anche Kimi Raikkonen. L'errore è stato mio, va bene così, meritavo la penalità. Sempre meglio della Williams che ha ammesso gravissimo problemi di tipo aerodinamico al retrotreno, scagionando almeno i due piloti. "Ci sono state delle strategie, degli stratagemmi abbastanza interessanti da parte di alcuni", le frasi incriminate, seguite da una mancata stretta di mano (anche se non chiarissima) che nel retro box aveva lasciato qualche strascico. Quinta la Red Bull di Ricciardo, sesto Hulkenberg su Renault.

Share