Zaytsev vaccina la figlia e su Facebook piovono insulti e offese

Share

Da qualche giorno Ivan Zaytsev, e la moglie Ashling Sirocchi, hanno visto quanto possa essere cattiva la gente, talmente cattiva che non risparmiano neanche la piccola Sienna, nata lo scorso 5 gennaio e vaccinata da genitori che hanno valutato e considerato il vaccino la soluzione ottimale per non rischiare di far ammalare la figlia, decisione opinabile ma personale, e come tale deve restare. "Ha fatto bene, molto bene".

"E anche il #Meningococco è fatto!" E' talmente italiano da aver militato nella squadra nazionale di pallavolo a partire dal 2008. O anche: "Ti auguro che la bimba sia così sorridente anche domani e sempre. A volte il sorriso si spegne lentamente".

Mondiali 2018: più calci che calcio, ma Inghilterra avanti ai rigori
Il primo overtime è filato via senza grandi sussulti, anche se certamente la Colombia è parsa più sicura, quasi gasata. La lotteria dei rigori premia gli inglesi, grazie anche all'errore fatale di Carlos Bacca .

Zaytsev naturalmente è stato intervistato in proposito e ha rilasciato dichiarazioni piene di amarezza.

Nonostante questo Il campione non si aspettava minimamente che i commenti avrebbero raggiunto il livello di violenza che si è trovato a fronteggiare. Tanto è bastato perché si scatenassero gli insultatori di professione anche con minacce di morte. "Bravissima la mia ragazza sempre sorridente", così ha scritto Ivan Zaytsev, stella del Modena Volley e della Nazionale su Instagram mostrando la foto della sua bambina dopo essere stata dal dottre. Proprio nella giornata di ieri è stato reso noto che per mandare i figli a scuola non sarà più necessaria la documentazione sanitaria che comprovi che i bambini hanno effettuato tutti e 10 i vaccini obbligatori, ma basterà un'autocertificazione. Allo "Zar" mi permetto di dire anche grazie, per un gesto che è di responsabilità sociale e collettiva come quello della vaccinazione.

Share