Rischio batteri nei surgelati: Lidl e Findus ritirano alcuni prodotti in Sicilia

Share

La decisione, "volontaria e in via del tutto precauzionale", di richiamare questi prodotti, sottolinea la società "è stata presa a seguito della segnalazione del fornitore Greenyard, della potenziale contaminazione da listeria di una partita di fagiolini, utilizzati in minima parte all'interno dei prodotti oggetto del richiamo".

Lidl, invece ha ritirato due prodotti surgelati a marchio Freshona nei punti vendita della sola Sicili.

Questi i lotti Findus interessati che saranno ritirati: "PRODOTTO LOTTO Minestrone Tradizione 1 KG L7311 L7251 L7308 L7310 L7334 Minestrone Tradizione 400g L7327 L7326 L7304 L7303 Minestrone Leggeramente Sapori Orientali 600g L7257 L7292 L7318 L8011 Minestrone Leggeramente Bontà di semi 600g L7306". Lo spiega il ministro della Salute Giulia Grillo: "Sto seguendo con la massima attenzione la vicenda del batterio Listeria".

I lotti ritirati sono: Art. 79520 "Freshona" Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963; Art. 12105 "Freshona" Mix di verdure surgelate, 1000g - Assortimento Gemsemix - Mix di verdure Codice a barre 20039035. La cottura annulla i rischi per la salute. In Germania il mix di verdure Freshona Gemüsemix e il mais dolce da un chilo venduto dai supermercati Lidl. "I miei uffici hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie". Seppur rara, spiega il sito dell'Efsa, la listeriosi è spesso grave, con elevati tassi di ricovero ospedaliero e mortalità.

Inizialmente si pensava che il problema fosse limitato al mais congelato, ma il sequenziamento dell'intero genoma ha trovato ceppi in altre verdure surgelate prodotte dall'azienda nel 2016, 2017 e 2018, persistiti nell'impianto di lavorazione nonostante le procedure di pulizia e disinfezione.

Carlotta Mantovan la vedova di Frizzi, in Rai? Ecco cosa farà
Omaggio dovuto: a Fabrizio Frizzi gli studi DEAR, poi Conti rivela che... Mistero ancora sul numero di puntate, ma le risate sono assicurate.

Per Coldiretti, "il ritiro di lotti contaminati dalla listeria in Italia ed in tutta Europa è purtroppo solo l'ultimo di una serie di allarmi alimentari".

RISCHIO NUOVI CASI - Le autorità ungheresi hanno bandito e ritirato dal mercato tutti i prodotti a base di vegetali surgelati che sono usciti dallo stabilimento in questione tra l'agosto 2016 e il giugno 2018.

Non è possibile escludere che tali prodotti possano essere stati contaminati da Listeria monocytogenes. La Listeria monocytogenes può essere una causa di gravi malattie allo stomaco/intestino (listeriosi) e sintomi simili a un'infezione influenzale. L'annuncio da parte della GREENYARD N.V., è sul sito della Lidl.

Al momento non risultano focolai di Listeria in Italia ed il ritiro dei prodotti sono effettuati in via precauzionale.

Share