È morto il regista Carlo Vanzina: aveva 67 anni | Cinema

Share

Il regista romano aveva 67 anni. A dare la notizia sono la moglie Lisa e il fratello Enrico. "Nella sua amata Roma, dov'era nato, ancora troppo giovane e nel pieno della maturità intellettuale, dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia - si legge nella nota della famiglia - ci ha lasciati il grande regista Carlo Vanzina amato da milioni di spettatori ai quali, con i suoi film, ha regalato allegria, umorismo e uno sguardo affettuoso per capire il nostro Paese". Era figlio d'arte, suo padre Steno (nome d'arte di Stefano Vanzina) è stato un grande regista, autore e vignettista italiano tra gli artefici della commedia all'italiana fino agli anni '80.

Per oltre 40 anni ha scritto con il fratello Enrico la storia della commedia all'italiana, dando il via al filone dei cinepanettoni "vacanzieri". Sul set di film come L'armata Brancaleone poco più che ragazzino Carlo Vanzina apprese molti dei trucchi del mestiere "Monicelli era un burbero, un finto cattivo".

Oltre all'attività di regista, Vanzina si è dedicato anche a quella di talent scout, scoprendo tra gli altri personaggi come Jerry Calà, Diego Abatantuono e la coppia Boldi-De Sica. I suoi primi successi sono giunti con la scoperta di Diego Abatantuono ('Eccezzziunale. veramente' e 'Viuuulentemente mia', entrambi del 1982), seguiti subito dopo da 'Sapore di mare' (1983), una commedia nostalgica dal sapore vacanziero.

Dall’Inghilterra: Inter, soldi e contropartita per Dembelé
Tuttavia per finanziare l'operazione servirà qualche uscita importante. L'Inter e il suo direttore sportivo Piero Ausilio non si fermano.

Il primo grande successo è Sapore di mare del 1983. Il film uscì l'antivigilia di Natale e inaugurò un genere che, con trasformazioni e aggiustamenti, è arrivato fino a oggi. Dal 2010 ha nuovamente riscosso un grande successo popolare con 'Ex - Amici come prima!' (2011) e 'Mai Stati Uniti' (2013). Realizza così 'Febbre da cavallo 2 - La mandrakata' (2002) con protagonisti Nancy Brilli, Gigi Proietti e Enrico Montesano, questi ultimi protagonisti anche del film di Steno insieme ad Adolfo Celi e Catherine Spaak.

Si occupa di televisione firmando la regia delle due serie 'Anni '50' e 'Anni '60' (1989) e delle quattro di 'Un ciclone in famiglia' con Massimo Boldi e Barbara De Rossi.

Share