Ryanair: in arrivo scioperi a Luglio. Occhio alle vacanze

Share

L'ondata di scioperi di Ryanair arriva anche in Italia. L'annuncio è stato comunicato da Filt Cgil e Uiltrasporti, che hanno spiegato che la protesta si inserisce nel quadro di agitazione che coinvolgerà il personale della compagnia irlandese anche in Belgio, Portogallo e Spagna.

"In Italia rappresentiamo la grande maggioranza di piloti e assistenti di volo Ryanair ed è inaccettabile che la compagnia, nonostante le sentenze della magistratura ed a dispetto dei più elementari diritti costituzionali, continui a preferire unilateralmente interlocutori minoritari".

Due giorni fa i piloti Ryanair con base in Irlanda avevano proclamato, per giovedì 12 luglio, uno sciopero di 24 ore: una data non casuale, perché il 12 luglio segna l'inizio delle vacanze e la protesta rischia di colpire migliaia di viaggiatori. "La nostra battaglia di civiltà, legalità e dignità per i lavoratori e le lavoratrici di Ryanair non si fermerà fino a che la proprietà della compagnia non comprenderà che l'approccio sinora tenuto dal management è contrario agli interessi degli azionisti, dei dipendenti e dei passeggeri", concludono.

Non arrivano belle notizie per chi ha scelto Ryanair per raggiungere le proprie mete di vacanza.

Thailandia: in un filmato nella grotta i ragazzi ringraziano i soccorritori
I soccorritori hanno posato un tubo lungo cinque chilometri che immette ossigeno nella cavità dove il gruppo è bloccato . Intanto una squadra speciale ("Seal") che ha raggiunto i ragazzi, li sta addestrando ad utilizzare le maschere da sub.

Sono 34 le richieste da parte del personale alla compagnia: si va dalla richiesta di non far pagare più divise, cibo e acqua, alla competizione su chi vende più prodotti a bordo dei velivoli, ai permessi per malattia.

In Italia, in particolare, i dipendenti della compagnia aerea si asterranno dal lavoro per 24 ore durante la giornata del 25, dalla mezzanotte a quella successiva, mettendo a rischio di cancellazione circa 400 voli in partenza dagli aeroporti tricolori.

Nel documento rilasciato dalle associazioni dei lavoratori, i sindacati chiedono di "avviare un tavolo di trattativa ufficiale con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative che giunga in tempi brevi alla definizione di un contratto collettivo di lavoro, per garantire al personale dignità professionale e salariale, tutele sociali, previdenziali e sindacali".

Share