Ricerca italo-spagnola scopre meccanismo causa delle metastasi al cervello

Share

"Purtroppo nel caso delle metastasi al cervello, al di là della chirurgia e della radioterapia, la terapia farmacologica è tuttora limitata ed insoddisfacente".

Scoperto meccanismo molecolare che provoca la crescita delle metastasi nel cervello provenienti da tumori del polmone e della mammella.

Sono una delle più terribili conseguenze del tumore al seno e al polmone: le metastasi al cervello.

Lo studio sulle metastasi al cervello rappresenta un punto di svolta importante soprattutto perché apre a nuovi bersagli terapeutici in tal senso. Questa incredibile scoperta potrebbe cambiare totalmente il modo di concepire le metastasi cerebrali e dare vita a una nuova terapia farmacologica che, al momento, è considerata totalmente insoddisfacente.

Читайте также: Salvini, migranti: circolare sulla concessione del diritto d'asilo

Il contributo del gruppo neuroncologico torinese è consistito nel dimostrare che la crescita delle cellule tumorali metastatiche nel cervello è facilitata dalla presenza di un fattore molecolare (STAT3) non tanto sulle cellule tumorali stesse, ma su cellule del cervello sano (i cosiddetti astrociti reattivi), che viceversa erano sempre state considerate una barriera difensiva. Lo studio ha evidenziato che i pazienti con il gene detto STAT3 sugli astrociti reattivi (cellule nervose) avevano meno speranza di sopravvivere.

Il meccanismo è stato scoperto dal Gruppo di ricerca Neuro-Oncologico del Dipartimento di Neuroscienze dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, diretto dal professor Riccardo Soffietti. Il tessuto che lo compone non è quindi formato da cellule mutate del sistema nervoso centrale, ma da cellule che sono arrivate fin lì staccandosi da altri tumori presenti nell'organismo. Ma una ricerca condotta da un team internazionale di scienziati, italiani compresi, è riuscita a comprendere quale sia il meccanismo che permette la formazione di tali metastasi. La ricerca è stata recentemente pubblicata sulla prestigiosa rivista internazionale Nature Medicine. Il prossimo passo della scienza sarà allora di verificare in studi clinici la possibilità di bloccare con farmaci specifici la STAT3.

Sono un centinaio i campioni di metastasi cerebrali, provenienti da interventi neurochirurgici, presi in considerazione.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2018 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share