AGCOM impone rimborsi agli operatori entro il 31 dicembre

Share

E' stato l'ultimo escamotage ideato dagli operatori per svuotare le tasche dei clienti e prevedeva la fatturazione non per ogni mese solare, ma ogni quattro settimane. Gli operatori che dovranno adempiere alle richieste della delibera sono i principali italiani: TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb, che avranno l'obbligo di restituire in bolletta i giorni illegittimamente erosi agli utenti in seguito all'applicazione illecita della fatturazione a 28 giorni delle offerte di telefonia fissa. "Il calcolo dei giorni di servizio che ciascun operatore dovrà riconoscere in fattura ai propri utenti dovrà riguardare il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione su base mensile", si legge nel provvedimento. L'autorità, nel rispetto delle recenti indicazioni del tar del Lazio, volte a contemperare i diritti degli utenti con le esigenze di sostenibilità economico-finanziaria da parte delle aziende, ha individuato il nuovo termine entro cui gli operatori dovranno ottemperare a quanto richiesto nei citati provvedimenti di diffida.

Il 31 dicembre 2018 è la data in cui Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb dovranno restituire alla clientela, anche in più fatture, i giorni in più pagati dai consumatori in quell'arco di tempo. Recita una nota dell'Agcom: "adeguate modalità di ristoro saranno definite all'esito dei contenziosi ancora pendenti dinanzi al Tar Lazio, la cui discussione di merito è prevista nel prossimo mese di novembre". Sono giorni di traffico gratis in altre parole. Nella delibera su riportata, l'AGCOM prende in considerazione anche questo aspetto e sottolinea come anche per gli ex clienti appunto debbano essere garantite delle specifiche modalità di recupero.

Il problema sarebbe comunque risolto a metà, in quanto le compagnie, come è noto, hanno nel mese di giugno comunicato aumenti delle tariffe recuperando di fatto il "mancato guadagno" ottenuto con le fatturazioni a 28 giorni, senza contare i tempi lunghi di attesa per i rimborsi che di fatto hanno limitato la concorrenza nel settore.

Basta con i soprusi perpetuati dalle compagnie telefoniche.

Parla Eusebio: "Nainggolan? Scelta di tutti"
Eusebio Di Francesco ha reso nota la lista dei giocatori che prenderanno parte al ritiro di Trigoria dal 9 al 20 luglio. Chi mi ha impressionato? Battute finali dedicate alla Nazionale: "Allenarla è un onore, ma io penso solo alla Roma ".

"Ora - spiega - nessuno potrà più accampare scuse e finalmente potranno essere rispettati i diritti degli utenti".

È questa la decisione presa dal Consiglio di Agcom a favore dei consumatori della telefonia fissa, che si sono visti prelevare in modo illegittimo importi a causa della fatturazione a 28 giorni.

È fondamentale, inoltre, che tale delibera sia operativa anche per coloro che hanno già cambiato operatore, senza dover attendere ulteriormente la pronuncia del TAR.

Share