Thailandia: in un filmato nella grotta i ragazzi ringraziano i soccorritori

Share

Secondo il portavoce delle operazioni di soccorso, il 38enne ha perso conoscenza sulla via del ritorno, e i tentativi di rianimazione sono falliti. Lo riportano i media locali citando sia fonti dei Navy Seal tailandesi sia volontari giunti di tutto il mondo che partecipano all'operazione.

I soccorritori hanno posato un tubo lungo cinque chilometri che immette ossigeno nella cavità dove il gruppo è bloccato.

Il vice governatore della Provincia di Chiang Rai, Passakorn Boonyaluck, ha affermato che "l'uomo, dopo aver consegnato una riserva d'ossigeno ai giovani, sulla via del ritorno, è rimasto con le bombole vuote".

Stranieri, 11 miliardi all’Inps ma uno su tre pesa sul welfare
Perchè c'è ancora qualche fenomeno , penso anche al presidente dell'Inps , che dice che senza immigrati è un disastro. Così il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio , intervenendo alla presentazione del Rapporto Inps .

Un sommozzatore thailandese impegnato nelle operazioni di salvataggio dei 12 ragazzi nella grotta di Tham Luang è morto per mancanza di ossigeno.

La morte del subacqueo solleva però seri dubbi sulla sicurezza del tentativo di portare fuori tutti attraverso i passaggi angusti della caverna profonda e in alcuni tratti anche coperta d'acqua, attraverso un percorso lungo oltre due chilometri.

Intanto una squadra speciale ("Seal") che ha raggiunto i ragazzi, li sta addestrando ad utilizzare le maschere da sub. I ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni e il loro allenatore si erano avventurati nella grotta di Tham Luang al termine di un allenamento di calcio e poi a causa delle forti piogge monsoniche non erano più riusciti a uscire e di loro si era persa ogni traccia. In particolare, mentre il primo tratto consente ormai di camminare con i piedi nell'acqua, l'ultimo chilometro abbondante tra la terza base intermedia - che funge da area di sosta e di rifornimento per i soccorsi - e i ragazzi, viene percorso in circa tre ore. Anche per questo, all'esterno della grotta altre squadre di soccorritori continuano a perlustrare la giungla sulle pendici della montagna, nella speranza di individuare un'entrata alternativa.

Share