Primo morto nella grotta. Soccorritore finisce l'ossigeno e muore a Tham Luang

Share

"In un primo momento pensavamo che i nostri ragazzi potessero rimanere a lungo nella grotta".

"Le possibilità di avvicinarsi sono alte", ha detto il presidente degli ingegneri tailandesi. La possibile carenza di ossigeno è il timore principale ormai da più di 48 ore, ed è causata anche dall'alto numero di persone che si alternano nei cunicoli semi-sommersi per arrivare fine ai ragazzi. L'uomo ha perso conoscenza per la mancanza di ossigeno sulla via del ritorno alla caverna che fa da base intermedia prima del tratto finale per raggiungere i ragazzi, lungo 1,7 chilometri.

Il soccorritore morto si chiamava Saman Kunan, ed era un Navy Seal che si era congedato da poco per lavorare come addetto alla sicurezza all'aeroporto di Bangkok. Si era unito ai soccorsi nella grotta di Tham Luang come volontario, e contribuiva alla fornitura di bombole di ossigeno per i ragazzi e i soccorritori. Trasferimento che comunque resta "urgentissimo": "bisogna fare in fretta", è la parola d'ordine che si ripete, tra i soccorritori, davanti all'ingresso della grotta dove in attesa ci sono anche le famiglie disperate che pregano di rivedere presto sani e salvi i loro ragazzi.

L'ossigeno. Il livello dell'ossigeno nella grotta dove sono intrappolati i ragazzi è sceso al 15%, ben sotto al valore normale del 21%.

Fabian Ruiz al Napoli: terminate le visite mediche. Domani l'ufficialità! - SKY
Dopo il blitz di giugno per visitare la città, l'ormai ex giocatore del Betis sta sostenendo le visite mediche a Villa Stuart . Anche Aurelio De Laurentiis ha dato il benvenuto al nuovo arrivo con il consueto tweet presidenziale.

L'esperto soccorritore, 38 anni, nel percorso di ritorno ha perso conoscenza, e tutti i tentativi di salvargli la vita sono stati vani. Lo hanno rivelato oggi alcuni soccorritori che hanno percorso avanti e indietro i quattro tortuosi chilometri di distanza, parte dei quali ancora sommersi.

E' improbabile che l'intero percorso venga liberato dall'acqua prima del weekend, quando sono previste nuove piogge.

E, mentre si cercano nuove soluzioni per facilitare l'uscita e salvare il gruppo, i soccorsi stanno trasportando un tubo nella grotta per cercare di 'pompare' aria (IL PIANO PER FARLU USCIRE - VIDEO). Nella speranza di individuare un'entrata alternativa, i soccorritori stanno esplorando il territorio circostante.

Share