Juventus, Cristiano Ronaldo è sempre più vicino: chiuse le scommesse

Share

Dai vertici della Ferrari tutto tace, il presidente non conferma e non smentisce, preferendo trincerarsi dietro un silenzio che dice tanto: il Cavallino non entrerà nell'operazione Ronaldo, l'unico obiettivo adesso sono quei titoli Mondiali che mancano, ormai da troppo tempo, dalla bacheca di Maranello. Per CR7 un debutto da almeno 29 gol è un'opzione "facile" a quota 1,85.

Secondo Di Marzio sulla cifra di 30 milioni di euro netti a stagione, che la Juve offrirebbe a CR7 come ingaggio, ci sarebbe l'ok della proprietà della Juventus, ovvero la holding Exor presieduta da John Elkann.

Salvini risponde a Rolling Stone: "Milionari radical chic, aprano le loro ville"
Su questo Mentana è una tomba, ma la figuraccia è servita. "Non vogliamo che il nostro Paese debba trovare un nemico per sentirsi forte e unito".

Nelle ultime tre sedute, l'azione Juventus ha recuperato il 22% con la capitalizzazione della società che è passata da 665 milioni a 825 milioni, quindi 160 milioni circa in più. L'offerta della Juventus è nota: 100 milioni di euro alle merengues che permetterebbero di soddisfare una sorta di "gentlemen agreement" valido solo per l'Italia, stabilito pochi mesi da da Jorge Mendes nel contratto di Ronaldo con il Real. "Un rispetto che ha trovato invece subito a Torino con il tributo dello Stadium e la corte serrata di Agnelli, Fattori che hanno portato a dare la sua parola alla Juventus, una parola che per lui ha lo stesso valore di una firma".

Share