Sgarbi: la Lega di Salvini, i rimborsi elettorali e la democrazia

Share

Puntuale come una cambiale è infatti arrivato il commento del Csm: a Palazzo dei Marescialli, a quanto si è appreso, emerge una "seria preoccupazione" per parole e toni che vengono ritenuti "inaccettabili". Dall'analisi dei conti della Lega emergono milioni spesi in diamanti e lingotti d'oro o investiti tra Cipro e la Tanzania.

Il Partito, affermano "sarà rappresentato da un gruppo dinamico composto da giovani, studenti, professionisti ed imprenditore, già impegnati nel sociale e che hanno saputo mettersi a disposizione della Causa Salviniana da diversi anni con la consapevolezza di affrontare tematiche nazionali che inevitabilmente si riverberano anche nella realtà Lametina: lotta all'immigrazione clandestina, tutela del Territorio e della Salute, lotta all'extra tassazione e alla disoccupazione giovanile, una piaga sociale da combattere per garantire un futuro migliore". "Non ho sentito Berlusconi".

"Il sequestro ha presupposti di legge" Il decreto di sequestro dei conti della Lega, emesso lo scorso quattro settembre dal pm di Genova a seguito della condanna di Bossi e altri imputati per truffa ai danni dello Stato, è un provvedimento che, sottolineano i giudici, "è stato emesso in osservanza dei presupposti di legge e che non è stato oggetto di impugnazione da parte della Lega Nord". "Ma è una sentenza va rispettata".

Intanto l'alleato di governo, il vicepremier Luigi Di Maio prende le distanze: "Nessun imbarazzo" rispetto alla sentenza della Cassazione sui beni della Lega.

Juventus, accordo col Chelsea per Higuain: le cifre dell’affare
Ragion per cui i 60 milioni che arriveranno dal Chelsea consentiranno di mettere a segno anche una piccola plusvalenza. Da una parte De Laurentiis che non è disposto a liberarlo se non a determinate condizioni.

In giornata il Pd ha puntato il dito contro il silenzio del Movimento 5 Stelle sulla vicenza.

Dove sono finiti i soldi che la Lega deve restituire? Lo ha detto il segretario del Pd, Maurizio Martina, a margine dell'inaugurazione del circolo di Secondigliano, a Napoli. Fonti del partito di Matteo Salvini hanno fatto sapere ieri che la Lega ha intenzione di chiedere un incontro al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Nel frattempo che è impegnato a chiudere i porti - conclude Renzi - bisognerebbe che aprisse il portafoglio perché quei soldi non sono della Lega sono dei cittadini". Sulle ragioni del processo politico vale la pena soprassedere ricordando diamanti e lauree del trota. Su per giù la stessa cifra che si risparmierebbe col ricalcolo dei vitalizi. "Perché Salvini non si è costituito parte civile a Genova?".

"L'evocare un possibile intervento del Capo dello Stato" nella vicenda dei sequestri relativi ai fondi della Lega "risulta essere fuori dal perimetro costituzionale".

Share