Caso di dengue all'Isolotto, scattata la disinfestazione

Share

Disinfestazione urgente domani a Firenze per un caso di Dengue.

La malattia è causata indifferentemente da uno dei quattro virus dengue, tra loro molto simili (DENV 1, DENV 2, DENV 3 e DENV 4).

Nell'emisfero occidentale il vettore principale è la zanzara Aedes aegypti, anche se si sono registrati casi trasmessi da Aedes albopictus. Non esiste, purtroppo, un vaccino per prevenire la malattia, che si esprime con febbre, accompagnata da intesi mal di testa, dolori nella zona perioculare e subito dietro i bulbi oculari, forti dolori muscolari e alle articolazioni, nausea e vomito, irritazioni della pelle che possono apparire sulla maggior parte del corpo dopo 3-4 giorni dall'insorgere della febbre. I sintomi tipici sono spesso assenti nei bambini.

Maradona: "Tornerei gratis a fare il ct per l’Argentina"
L'arbitro Geiger è statunitense, forse capirà di baseball ma non di calcio. "La Colombia ha subito una rapina monumentale".

I paesi dove il rischio è più alto sono l'India, quelli del Sud Asia, della Cina meridionale, Taiwan, le isole del Pacifico, i Caraibi (con l'eccezione di Cuba e le Cayman), il Messico, l'Africa e alcune aree del Sud America. Secondo quanto spiegato dall'Asl, la patologia è stata contratta in un paese tropicale da un uomo residente nella zona del quartiere 4. Ecco perché è necessario sgomberare il campo da un pregiudizio, in via preliminare: non esiste rischio di trasmissione o contagio, se non a seguito della puntura dell'insetto. Ad essere interessato dalla disinfestazione anche il parco di villa Vogel, che resterà chiuso al pubblico per l'intera giornata.

A Firenze è stato accertato un caso di Dengue. Le larve di zanzare si sviluppano, infatti, solo in presenza d'acqua, ragione per cui il miglior trattamento è quello preventivo. La conferma, arrivata degli esami clinici effettuati, ha fatto scattare, a scopo precauzionale, il Piano di sorveglianza e controllo previsto dalla Regione Emilia - Romagna in questi casi. Sono poi partite le disinfestazioni per cercare di evitare che la situazione degeneri. La paziente, attualmente ricoverata presso il reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale di Forlì, è in buone condizioni di salute.

Share