Pjaca: occhio alla Lazio che lo chiede come contropartita per Milinkovic Savic

Share

Come a voler esorcizzare il colpo della perdita a zero di Stefan de Vrij, passato all'Inter, il presidente della Lazio Claudio Lotito manda un messaggio alle pretendenti degli altri gioielli della formazione biancoceleste: "La Lazio non ha bisogno di vendere per comprare". Chi vuole un giocatore della Lazio, se il giocatore ritiene di dover andar via, deve bussare alla nostra porta e deciderò io se aprire o meno. Non stiamo come una volta, come i miei predecessori che andavano con i cappelli in mano. Il mantra è conosciuto: "Pagare moneta vedere cammello", soprattutto se "i giocatori non son in vendita, se vogliono andare via andranno alle nostre condizioni".

La tattica juventina è abbastanza semplice: l'accordo col calciatore c'è, per cui si può anche attendere che la Lazio si ammorbidisca e abbassi le eccessive pretese. Occasione la presentazione del ritiro estivo che per l'undicesimo anno consecutivo si svolgerà ad Auronzo di Cadore, quest'anno dal 14 al 28 luglio.

"Oggi posso dire che la società sia stabile, quel discorso che feci qui il primo giorno l'ho confermato".

Temptation Island 2018, Riccardo e Ida si sono lasciati?
Non si tratta di Ida Platano e Riccardo Guarnieri perché Gemma Galgani ha preso parte alla trasmissione a metà riprese. Quest'anno è più imprevedibile dello scorso anno, non me l'aspettavo.

Il numero della Lazio ha poi aggiunto: "Abbiamo già fatto degli acquisti, verranno presentati al momento opportuno". Storia vecchia, se vogliamo: mentre il centrocampista della Lazio era impegnato ai Mondiali con la Serbia, il padre aveva rilasciato alcune parole con le quali spronava il figlio a scegliere i bianconeri per questi anni di carriera e per fare il salto di qualità, il diretto interessato invece ha parlato dopo l'eliminazione della sua nazionale e detto che la Juventus è una grande società e che a Torino c'è già suo fratello Vanja (secondo portiere dei granata). "Le pressioni di mercato non esistono, la pressione io la misuro dal medico".

Il no bianconero alla richiesta laziale di inserire il cartellino di Rodrigo Bentancur nella trattativa (oltre a 110 milioni) rischia di rappresentare la chiusura finale ad un'operazione veramente mai decollata, considerando che anche l'eventuale il possibile addio di Marko Pjaca a determinate condizioni risulta ad ora complicato (in pole resta la Fiorentina). Punto. A casa nostra comandiamo noi. Con la speranza che il il presidente biancoceleste non faccia brutti scherzi.

Share