Decreto Dignità, arriva l'ok del Consiglio dei Ministri - Politica

Share

"Non voglio enfatizzare troppo, aggiunge il vicepremier, però grazie al nostro decreto si disattiva il redditometro, lo spesometro prevede un solo adempimento a fine anno e basta invece di quelle comunicazioni trimestrali, semestrali, e lo split payment non esiste più per i professionisti". Dall'altra parte per quanto riguarda i finanziamenti pubblici alle imprese, invece, per il ministro del Lavoro e dello Sviluppo "se prendi soldi" e riduci l'occupazione questi benefici andranno restituiti "proporzionalmente a quanti hai licenziato, in una soglia tra il 10 per cento e il 50 per cento, oltre il 50 richiediamo indietro tutti i contributi" e questo "consentirà di finanziare le altre imprese oneste che vogliono lavorare con lo Stato". "Dovremo intervenire su tante cose per le imprese per aumentare ancora di più la stabilità, però questo è un primo passo per dire che non possiamo rinnovare i contratti a tempo determinato all'infinito ai giovani, ai meno giovani senza dargli un po' di serenità", scrive Di Maio sul Blog delle Stelle. I contratti a tempo determinato non potranno avere durata superiore ai 24 mesi e potranno essere rinnovati al massimo per 4 volte. I datori di lavoro che dovessero ricorrere a un'assunzione temporanea dovranno pagare l'1,9% di contributo addizionale (oggi è all'1,4%) sulla retribuzione imponibile a scopi previdenziali. Aumenta da 120 a 180 giorni il termine entro il quale sarà possibile l'impugnazione del contratto. La stretta interesserà sia chi lascia l'Italia per un Paese extraeuropeo sia per chi trasferisce l'attività, anche in parte, in uno dei Paesi dell'Unione. In caso di licenziamento senza giusta causa, l'indennizzo per il lavoratore può arrivare fino a 36 mensilità.

Approvato l'atteso "decreto dignità".

Insomma se questo è il buongiorno, il Sud e l'Irpinia, quella che auspicava continuità almeno nel sostegno alla crescita, hanno poco da sperare. Anche se Luigi Di Maio definisce il Decreto Dignità appena approvato la "Waterloo del precariato", la sostanza è poca. Io non posso descrivervi l'emozione per quello che abbiamo fatto in Consiglio dei Ministri.

Pontida, Serracchiani: "Non è ancora Norimberga ma può diventarlo"
E per farlo serve una maggioranza di blocco che impedisca alla Merkel e a Macron di 'il bello e il cattivo tempo'. E così i due si sono stretti in un lungo e intenso abbraccio.

Cosa dice il decreto dignitàLe aziende che ricevono aiuti dallo Stato non potranno delocalizzare per 5 anni, pena una multa da due a 4 volte gli aiuti ricevuti, con un interesse maggiorato del 4%.

Per un "più efficace contrasto alla ludopatia - si legge nella bozza -, a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto è vietata qualsiasi forma di pubblicità, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro, comunque effettuata e su qualunque mezzo, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche, le trasmissioni televisive o radiofoniche, la stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni ed internet".

"Le nuove norme - si legge nella nota di Palazzo Chigi - prevedono che il decreto ministeriale che elenca gli elementi indicativi di capacità contributiva attualmente vigente (redditometro) non ha più effetto per i controlli ancora da effettuare sul " anno di imposta 2016 e successivi.

Share