Pontida, la festa della Lega di governo

Share

"Spero - ha detto ancora - che entro l'estate ci sarà la legge e cancellare gli sconti di pena per assassini e stupratori": il ministro dell'Interno Matteo Salvini lo ha detto nel suo intervento a Pontida. Il rischio, conclude il giornalista, è che l'Europa si trasformi in una Repubblica di Weimar dei nostri tempi, sperando però che a guidarla non sia Mr Salvini. "Sono contento e soddisfatto del lavoro del Governo Lega-M5S. Penso che saremo maggioranza".

La lettura politica è corretta: "Non è la Lega che è cambiata, è il mondo che è cambiato". Abbiamo capito che da soli non andavamo da nessuna parte.

"I popoli in Europa non sono mai stati in conflitto come oggi". Tra un'Europa senza confini e un'Europa che torna proteggere i propri confini. Come se ora non volesse più attaccare l'Ue, ma riformarla dall'interno con un movimento di popolo. Il progetto del leader leghista è chiaro: "Un'alleanza internazionale dei populisti, che per me è un complimento". Il leader della Lega è stato accolto da un bagno di folla, scrive AdnKronos. Arriva a Pontida e fa un tour tra i gazebo di tutte le Regioni, presenti sul pratone. "Si chiamano anzitutto Umberto Bossi e Roberto Maroni". Poi indosserà la camicia bianca per parlare dal palco per circa un'ora. "Sono contento e soddisfatto del lavoro del governo di Lega e M5s". "Non si danno soldi pubblici a chi fa propaganda per l'egoismo degli adulti, ma a chi difende i piu' piccoli che hanno diritto ad avere una mamma e un papa'", ha aggiunto Fedriga. Lo stesso dualismo è esposto sul versante del colle che fronteggia il palco, dove sono spiegati gli striscioni "flat tax subito" e "Salvini liberaci dai clandestini", ma anche lo storico "secessione".

Montella: "Serie A? Juve ancora davanti a tutte"
Si erano create aspettative troppo alte, anche se la rosa non è sopravvalutata. "E' giovane e può crescere". Mi diceva sempre 'Non dire che è una squadra forte perchè non è così' .

Nella sua lettera il sacerdote non risparmia critiche al governo per le politiche sui migranti. Perché "quello che siamo riusciti fare quest'anno, dall'anno prossimo lo faremo a livello continentale".

La sezione provinciale di Latina sta partecipando al raduno nazionale Lega a Pontida. La mia vita è a disposizione di 60 milioni di italiani e di ottomila sindaci senza distinzione di colore politico. "Contano i fatti. Se vogliono farci litigare non ci riusciranno", ha detto il vicepresidente del Consiglio. Ma nessuno può togliermi dal cuore l'orgoglio e la passione di essere il segretario di questa meravigliosa Lega. "Anche in Vaticano prima o poi se ne renderanno conto in modo inequivocabile". Nel suo lungo discorso, sono molti i nomi citati, oltre al fu ideologo della Lega, Gianfranco Miglio, anche la filosofa Simone Weil riguardo al problema dello "sradicamento", e, come esempio dell'anti-mafia, il "giudice ragazzino" Rosario Livatino.

Smontare "pezzo per pezzo" la riforma Fornero e abbassare le tasse per imprese e famiglie, se necessario anche sforando sul patto di stabilità, nonostante il ministro Tria sembri pensarla piuttosto diversamente.

Share