Vitalizi, pronto il taglio. La delibera Fico alla Camera

Share

Un vero e proprio cavallo di battaglia del MoVimento 5 Stelle che ne sempre fatto una parte costitutiva del proprio manifesto politico. La delibera, messa a punto dai membri 5S dell'Ufficio di presidenza di Montecitorio, è indirizzata al superamento totale del sistema vitalizi attraverso un ricalcolo col sistema contributivo.

In pratica in cosa consiste a delibera dei vitalizi? E in termini numerici di cosa parliamo? Il montante contributivo individuale, rivalutato sulla base dell'andamento del Pil in conformità a quanto previsto nell'ordinamento generale, viene trasformato in prestazione pensionistica applicando i coefficienti di trasformazione, determinati ad hoc dall'Inps, relativi all'età anagrafica dei deputati alla data della decorrenza dell'assegno vitalizio o del trattamento previdenziale pro rata. Da inizio novembre 2018 si vedranno decurtato il loro stipendio 1.338 dei 1.405 ex deputati. "Il taglio ai costi della politica è un tema su cui ci siamo concentrati da tempo" - ha affermato Fico che intende sforbiciare 1.200 assegni che ricevono gli ex deputati -.

Nel 2012 Camera e Senato avevano provveduto a modificare il sistema pensionistico dei parlamentari sul modello contributivo, eliminando quindi per il futuro il regime dei vitalizi, rimasto in essere solo per gli ex parlamentari al momento dell'entrata in vigore della riforma. Il direttore generale di Sviluppumbria Mauro Agostini per le legislature tra Camera e Senato ha maturato un assegno da 5.597,56 euro.

Gabriele Costanzo e la dedica d'amore per Maria De Filippi
Lui ha preferito stare lontano dalle luci della ribalta e in questo i genitori lo hanno sempre tutelato. Di Gabriele Costanzo , il figlio adottivo di Maria De Filippi e Maurizio Costanzo si sa davvero poco.

La redazione della delibera è passata dalla 'collaborazione istituzionale con Inps e Istat'. Nello specifico, la misura dovrebbe andare a toccare 1.338 del 1.400 vitalizi erogati attualmente da Montecitorio, con un risparmio che ammonterebbe circa a 20 milioni di euro. Inoltre, l'ammontare dei nuovi vitalizi non può comunque essere inferiore all'importo del trattamento previdenziale maturato da un deputato che abbia svolto il mandato parlamentare nella sola XVII legislatura e che abbia maturato il diritto al compimento del 65esimo anno di età, corrispondente a 980 euro netti mensili.

Circa 40 milioni di risparmi per le casse della Camera, una cifra che si aggira intorno ai 200 milioni per l'intera legislatura. Come si arriva ai 40 milioni? Le buone speranze di vedersi accogliere il ricorso stanno frenando anche la presidente dell'altra camera: la senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, infatti, ha invitato a verificare la costituzionalità del provvedimento del suo collega. Si procede, appunto, con la rideterminazione secondo i principi del metodo di calcolo contributivo degli assegni vitalizi, delle quote di assegno vitalizio dei trattamenti previdenziali pro rata e dei trattamenti di reversibilita' maturati sulla base della normativa vigente alla data del 31 dicembre 2011. 'L'abolizione sarà presentata in ufficio di presidenza, dove sono stati introdotti'. In una stanza chiusa, li aboliremo con lo stesso metodo con cui sono stati introdotti. "L'era dei privilegi è finita", ha dichiarato Di Maio.

Share