Harakiri Polonia, debutto shock contro il Senegal

Share

A segno Cionek al 37° e Niang al 60° per il Senegal. Entrambe le squadre partono da un'ottima base. All'ennesima ripartenza, gli africani riescono finalmente a sfruttare la loro velocità e a passare in vantaggio: Gueye calcia col destro dal limite e trova la fortuita deviazione di Cionek, che batte incredibilmente Szczesny (38′).

La seconda frazione riprende con una Polonia decisamente più aggressiva. Gli africani hanno così potuto scorrazzare per il campo, facendo valere un predominio fisico a tratti imbarazzante. In difesa partenza dal 1′ per Koulibaly. Clamoroso suicidio collettivo della squadra di Nawalka. Lewandowski e Milik chi li ha visti? 86° minuto Krychowiak stacca di testa su calcio piazzato e alimenta le speranze polacche siglando l'1-2. Il centrocampista polacco si è poi parzialmente fatto perdonare all'86', quando ha realizzato il gol della speranza. A nulla serve però l'assedio finale. Ne sanno qualcosa Polonia e Senegal, che non hanno intenzione di lasciare punti.

The Joker: le riprese del film con Joaquin Phoenix inizieranno a settembre
Capisce come il sistema è impostato per essere contro di lei e le persone della sua comunità, che è ingiusto per tutti loro. Detective della polizia in una città sull'orlo; il tipico poliziotto logorato da tutti i suoi anni in servizio.

Polonia (4-4-2): Szczesny; c, Cionek, Pazdan, Rybus; Blaszczykowski, Krychowiak, Zielinski, Grosicki; Lewandowski, Milik.

SENEGAL (4-2-3-1): K.N'Diaye; Wagué, Koulibaly, Sanè, Sabaly; Gueye, P.N'Diaye; Sarr, Manè, Niang; Diouf. Il girone H non lesina sorprese e dopo la vittoria del Giappone contro la Colombia arriva quella dei 'Leoni del Terangà che raggiungono i nipponici in testa al girone.

Share