Formula 1, GP Francia. L’analisi del venerdì al Paul Ricard

Share

Un duello, quello tra il pilota della Mercedes e quello della Ferrari, che proseguirà anche in pista: i due sono separati da un solo punto in classifica con il tedesco che, grazie alla vittoria in Canada, è riuscito a riprendersi la leadership del campionato. Sul rinnovato circuito Paul Ricard (di proprietà dell'ex moglie di Ecclestone Slavica Radic), subito in evidenza Lewis Hamilton, autore del miglior tempo nelle prove libere. Da segnalare la perdita della ruota di Perez che finisce in pista, ma fortunatamente senza conseguenze. L'impressione di Bottas, tuttavia, è che quantomeno sul fronte della potenza il motore sia leggermente cresciuto: "La sensazione è stata buona". Mi è piaciuto, visto che è qualcosa di diverso. "A parte questo siamo sembrati competitivi in entrambe le sessioni, ma sappiamo che la Ferrari ha le prestazioni in mano il venerdì, quindi aspettiamo e vediamo cosa ci riserveranno qualifiche e gara".

Russia 2018, Brasile-Svizzera 1-1: Zuber risponde a Coutinho
La Svizzera prova a reagire, prende in mano il pallino del gioco ma fatica enormemente a concludere dalle parti di Alisson . Tante aspettative sui verdeoro , con Neymar in campo insieme a Coutinho , Gabriel Jesus e Willian per un attacco stellare.

Basterà dunque questa evoluzione tecnica a riportare la Mercedes in testa al Mondiale? Pure il rivale Sebastian Vettel sembra piuttosto scettico al riguardo: "Al momento non ci sono tante possibilità di introdurre nuovi motori e, anche quando ci si riesce, non è facile compiere enormi progressi - ha commentato già ieri il ferrarista - Sarei sorpreso se l'impatto del nuovo motore fosse così profondo". Non posso parlare per loro e non so quanto sia stato grande il passo in avanti.

Share