Argentina-Croazia 0-3: Modric illumina il Mondiale, Messi quasi a casa

Share

TANTI ERRORI - Sampaoli lascia ancora in panchina Higuain e Dybala, ma anche Pavon: in campo con Messi e Aguero c'è Meza. "Volveremos campeones" cantavano i tifosi sudamericani per tutta la giornata nei vagoni della metropolitana e lungo le strade di Nizhny Novgorod e l'atmosfera che si respirava nello stadio tutto esaurito faceva credere di trovarsi alla Bombonera di Buenos Aires, con la netta maggioranza dei tifosi argentini aizzata da uno scatenato Diego Armando Maradona in tribuna: l'attesa per la terza Coppa sembra però destinata a prolungarsi. "E' vero ma i croati non si devono specchiare troppo". L'Argentina, rimasta a 1, invece dovrà aspettare il risultato di Nigeria-Islanda di domani per capire gli scenari: anche una vittoria nell'ultimo turno contro la Nigeria potrebbe non passare. Poco dopo Mandzukic schiaccia malissimo di testa da posizione invitante.

HIGUAIN E DYBALA NON BASTANO - L'Argentina non sfonda.

Matteo Salvini alla Festa della Lega di Cantù
Il partito di Salvini , stando ai dati raccolti dalla Tv di Cairo, sarebbe in questo momento il primo in Italia. Il problema è che il M5S dovrebbe riuscire a essere furbo con il più furbo del reame .

"Una catastrofe e un piede fuori dal Mondiale": così il 'Clarin' commenta la disfatta dell'Argentina al Mondiale in Russia, 0-3 contro la Croazia, che ha portato Messi e compagni con un piede fuori dal torneo. Anzi, un monologo biancorosso, poiché l'Albiceleste scompare dopo il pasticcio di Caballero che, con un disimpegno sbagliato, regala il pallone dell'1-0 ad Ante Rebic: il ventiquattrenne dell'Eintracht Francoforte ringrazia e lo beffa, scavalcandolo con una mezza girata. La Croazia ha grande tecnica, esperienza di grandi partite (alcuni suoi giocatori giocano nei top club d'Europa), fisicità e quello spirito di squadra che gli deriva dal giocare insieme da molti anni. Il ct dell'Albiceleste Sampaoli corre subito ai ripari mettendo dentro gli 'italianì, prima Higuain al posto di un impalpabile Aguero e poi Dybala per Enzo Perez. A trovarla è invece a dieci minuti dalla fine è invece Modric che chiude i conti con un gol stupendo da fuori area che sorprende ancora Caballero per il 2-0 croato. Poco male, il centrocampista del Barcellona si rifà al 92': 3-0 e Argentina umiliata.

Share