Seconde Squadre a rischio rinvio: sei club di A chiedono lo slittamento

Share

Sei club di Serie A - Juventus, Inter, Napoli, Roma,Atalanta e Torino - stanno partorendo l'idea di chiedere alla Federcalcio il rinvio dell'introduzione delle squadre B alla prossima stagione.

Ue, Italia maglia nera per i 'Neet'
Un tasso di 'Neet' superiore al 15% e' stato registrato anche in Spagna (17,1%), seguito da Francia (15,6%) e Slovacchia (15,3%). Secondo un'indagine di Eurostat l'anno scorso erano il 25 ,7%, contro una media europea pari al 14,3%.

Il commissario della Figc Roberto Fabbricini. Si era pensato anche di inviare una lettera a via Allegri o di pubblicare un comunicato congiunto. "Ci siamo un attimo fermati perché non sappiamo che squadra fare, che allenatore prendere, è un fenomeno di incertezza che ci sta condizionando molto, ma la seconda squadra è un elemento essenziale", ha commentato il direttore generale della Juventus Giuseppe Marotta nelle scorse settimane. Il fronte interno è comune e la posizione ufficiosa è che le squadre B partiranno già nella stagione 2018-19. Quindi, in buona sostanza, la Figc è disposta ad ascoltare le motivazioni dei sei club. D'altra parte i sei club hanno comunicato tra le righe che non provvederanno a creare la squadra B quest'anno. Uno slittamento, ad oggi, pare poco probabile, anche perché la Lega Pro dovrebbe avere diversi posti liberi per arrivare alle 60 squadre da regolamento, considerando anche i problemi di alcuni club di Serie B. Tuttavia, il problema resta, soprattutto per le tempistiche. E visto che nel gruppo manca solo un top club, ovvero il Milan, chi si attiverà per creare le seconde squadre da mettere in lista di ripescaggio?

Share