Regeni, Salvini: "Più importanti rapporti con Egitto". Cofferati: "Raccapricciante"

Share

"La richiesta che lo slogan 'prima gli italiani' comprendesse anche la ricerca in via prioritaria della verità per Giulio Regeni era assolutamente legittima e non si doveva impedire di esprimerla". Il governo del presunto cambiamento in realtà ragiona come chi lo ha preceduto. "Sono stati fermati e schedati mentre manifestano con civiltà contro l'inciviltà di Salvini a pochi metri dal ministro - scrive sul suo profilo Facebook l'ex consigliere comunale di Torino, Silvio Viale - Bravi ragazzi".

Un piccolo gruppo di manifestanti, attivisti Radicali e di Amnesty International, ha srotolato uno striscione poco lontano dalla Serra, l'edificio simbolo dell'epopea olivettiana scelto dal neoministro per la sua manifestazione, ma subito sono stati fermati dai funzionari della polizia che seguivano il ministro. Sono orgoglioso di voi.

"Ci hanno fermati, fatto le foto, chiesto i documenti e schedati".

Nei giorni scorsi il ministro dell'Interno sul caso Regeni aveva fatto dichiarazioni che avevano lasciato l'amaro in bocca a tutti coloro che danni instancabilmente continuano a chiedere giustizia e verità per il ricercatore friulano.

Poste, alleanza con Amazon: pacchi anche di sera e nel week end
E' quello che promette Amazon con il suo contratto Prime , ma spesso le promesse si scontrano con la realtà. E in giro non leggo commenti molto positivi sull'efficienza delle consegne da parte di Poste Italiane .

Persino sul caso di Giulio Regeni ci fa vergognare di essere italiani.

L'affermazione è stata fatta in una intervista concessa al quotidiano Corriere della Sera.

"Vogliamo ricostruire buoni rapporti con l'Egitto". Salvini è stato contestato perchè "avrebbe liquidato l'assassino di Giulio Regeni come una questione della famiglia". Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, annunciando un'interrogazione al presidente del Consiglio, al ministro degli Esteri e al ministro della Giustizia, in relazione a quanto dichiarato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, secondo il quale "per l'Italia, è fondamentale avere buone relazioni con un paese importante come l'Egitto". Un cittadino italiano è morto in Egitto in circostanze misteriose e sospette: "il titolare del Viminale vuole che si smetta di indagare?".

Share