Milan, c'è il socio di Yonghong Li

Share

La notizia è filtrata nelle ultime ore: Li Yonghong ha trovato l'agognato socio di minoranza.

Il nuovo socio entra subito con una quota di minoranza che serve per ricapitalizzare il club.

Stando a quanto rivelato dalla 'Gazzetta dello Sport', è previsto per dopodomani il Cda durante il quale si capiranno le intenzioni di Mr Li. Ma ha comunque un peso estremamente rilevante a livello internazionale. Mendes, che attualmente si troverebbe a Singapore, starebbe infatti tentando di chiudere una trattativa con un socio il cui identikit e nome figurano ancora ignoti e non svelati, per un'operazione top secret: imprenditore di Kuala Lumpur, malese (in rappresentanza di un gruppo interamente asiatico) e attualmente residente a Singapore, per una figura ancora da delineare che permetterebbe alla società rossonera di estinguere, finalmente, il debito accumulato con Elliott (che uscirebbe così di scena) per l'acquisizione del club effettuata da Li Yonghong nell'aprile di un anno fa. Sul nome dell'investitore statunitense non ci sarebbe ancora certezza.

Ecco la possibile svolta che i tifosi del Milan invocavano da tempo.

Cosa ci insegna la vittoria di Irama ad "Amici 17"
Il cantante Irama è il vincitore dell'edizione 2018 di Amici , il talent di Canale 5 condotto da Maria De Filippi . Il silenzio di Maria De Filippi è cosa storica.

MILIONI. I 32 milioni che ancora mancano per completare la seconda tranche da 60 di aumento di capitale sono in arrivo. I dubbi da parte della federazione europea erano legati alla continuità aziendale del Milan proprio per via del debito con il fondo americano: l'ingresso di un nuovo socio potrebbe portare il denaro necessario per liquidare Elliott ed eliminare questo tipo di obiezione.

Oltre al profilo del ricco imprenditore americano, in mattinata sarebbe uscito anche un nome di un altro potenziale socio di minoranza. L'obiettivo infatti è quello di evitare l'esclusione dall'Europa League o almeno di avere in mano una carta forte da potersi giocare in caso di ricorso al Tas di Losanna.

Martedì 19 giugno, Fassone, accompagnato dal professor Umberto Lago (uno dei padri fondatori del Fair Play Finanziario) e probabilmente dall'avvocato Roberto Cappelli (capo della task force legale del club), è atteso a Nyon davanti alla Camera Giudicante della Uefa.

Share