Casa, IMU e Tasi 2018: si avvicina la scadenza del 18 giugno

Share

Imu Tasi si paga entro il 18 giugno. Coloro che quindi, ad esempio, hanno acquistato una casa ma ancora non hanno effettuato il trasferimento dovranno pagare l'Imu come seconda casa.

Ultima settimana prima dello scadere del primo dei due appuntamenti di giugno con l'Erario: il prossimo lunedì, 18 giugno, è infatti il termine entro cui devono essere versate una serie di imposte e tasse, tra cui le principali sono le ritenute IRPEF e i contributi previdenziali di dipendenti e collaboratori, l'IVA relativa al mese di maggio per i contribuenti mensili e gli acconti 2018 di IMU e TASI. Restano assoggettate a TASI (che si aggiunge all'IMU) le unità immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore e dall'utilizzatore e dal suo nucleo familiare classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, ossia gli immobili di lusso, le ville ed i castelli.

Scadenza IMU e TASI 2018: l'acconto è imminente. E' possibile utilizzare quello postale oppure il modello F24 disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.Va ricordato che, anche se Imu e Tasi riguardano lo stesso immobile, occorre compilare due moduli distinti (per l'F24 due diverse righe) indicando i diversi codici di riferimento dei tributi. Aprendo una parentesi sui terreni agricoli, si deve versare l'IMU nel caso in cui si tratti di un possedimento che non si utilizza direttamente. Lo scorso anno, per la prima volta, era esentato dal pagamento della Tasi anche la prima casa, quest'anno invece non sono stati introdotti altri cambiamenti nella legislazione nazionale.

Irama vince la diciassettesima edizione di Amici di Maria De Filippi
E la padrona di casa non si è fatta assolutamente pregare, rivelando un aneddoto accaduto nel backstage di C'è Posta Per Te . Come riporta il sito DavideMaggio.it , ecco le parole della conduttrice: "Mi ha colpito".

In ogni caso, i pagamenti possono essere effettuati sia con addebito sul proprio conto corrente, sia in contanti, ma anche con assegni o bancomat attraverso F24, tramite banche o Poste Italiane.

In sostanza, se vi sono 4 soggetti obbligati al versamento Imu e Tasi in relazione ad un unico immobile e qualora l'importo delle imposte su base annua risulti essere pari a 40 euro, nessuno sarà tenuto a pagare in quanto la quota addebitata risulterà essere inferiore al limite minimo per il versamento. In tal caso il contribuente dovrà prendere visione del regolamento comunale per vedere se l'immobile è stato assimilato ad abitazione principale con possibilità, pertanto, di godere dell'esenzione.

- QUANTO SI PAGA: La prima rata dell'Imu e della Tasi per il 2018 è, in molti casi, facile da calcolare.

Share