Un successo l’incontro Trump-Kim a Singapore. "Lasciato passato alle spalle"

Share

Il presidente americano ha insistito nel sottolineare come l'occasione fornita a Kim Jong-un sia unica e non vada sprecata. Domani a Singapore il presidente Usa Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un si vedranno in uno storico summit, dopo essersi scambiati insulti e minacce. Entrambi i leader si dicono fiduciosi in una riuscita dell'incontro, nonostante l'ambiguità nell'interpretazione del concetto di "denuclearizzazione" della penisola coreana, con gli Stati Uniti che pretendono una CVID (denuclearizzazione completa, verificabile e irreversibile) e la Corea che resta più vaga in merito ai tempi e all'entità del processo.

"Le sanzioni rimarranno in vigore fino alla completa denuclearizzazione", ha detto Trump.

"Kim ha accettato di venire alla Casa Bianca" - "Kim ha accettato di venire alla Casa Bianca in futuro, quando sarà il momento lo inviterò". "Abbiamo sottoscritto un documento di ampio respiro, credo che lui onorerà gli impegni", ha affermato alla conferenza stampa. "Kim darà il via al processo appena tornato in Corea. Posso dire che adesso lo conosco abbastanza bene".

Rispondendo a una domanda sui diritti umani, Trump ha promesso che "faremo qualcosa anche sulla situazione di vita di queste persone che è molto dura, continueremo a fare il massimo possibile, è stato un altro degli argomenti principali oltre alla denuclearizzazione". Intanto su Twitter Trump commenta: "Bello essere a Singapore, c'è eccitazione nell'aria!".

First Man, Film su Neil Armstrong: Trama, Trailer e Cast
Il film, scritto da Josh Singer (premio Oscar per Il caso Spotlight ), si basa sul romanzo " First Man: a Life of Neil A. Se avete apprezzato La la land , vi consigliamo di non perdervi queste 20 COSE CHE FORSE NON SAPETE DEL FILM .

Il vertice si svolgerà all'Hotel Capella sull'isola Sentosa a Singapore, con la prima stretta di mano alle 9 del mattino ora locale. L'invito alle parti, inoltre, è a risolvere i nodi sulla sicurezza attraverso "colloqui paritari".

Al tavolo dei negoziati anche con l'Iran?

Cosa dice il documento firmato da Trump e Kim Jong-un? Poi Donald Trump che metteva una mano sulla spalla di Kim Jong-un, i due che camminavano affiancati sotto il portico di una palazzina lasciata in eredità alla Città-Stato dai colonizzatori britannici, il Presidente che mostrava al Maresciallo la sua automobile speciale, a prova di bomba chimica. Alla riunione, dedicata alla questione del nucleare, hanno preso parte anche il segretario di Stato Mike Pompeo, il capo di gabinetto John Kelly e il consigliere per la Sicurezza nazionale John Bolton; mentre per la parte nordcoreana erano presenti il braccio destro del leader, Kim Yong-chol, il ministro degli Esteri Ri Yong-ho e Ri Su-yong, presidente della Commissione diplomatica della Suprema assemblea del popolo. Il loro rapporto è nato nel 2013, quando The Worm era volato per la prima volta a Pyongyang per un'esibizione con gli Harlem Globe Trotter. Tutto ciò avrebbe dovuto essere stato fatto anni fa.

Il problema è reale, ma è altrettanto vero che la Corea del Sud non vorrebbe mai una riunificazione che implicherebbe enormi difficoltà economiche e politiche per Seoul, la Cina non vedrebbe di buon occhio la nascita di una Corea unita e il Giappone non sarebbe certo felice di veder emergere una nuova potenza regionale.

Share