Elezioni comunali, M5S flop. Lazio diventa "leghista". Torna la sfida cdx-csx

Share

Soddisfazione invece in casa Lega: "Cresciamo dappertutto - commenta a caldo il governatore del Veneto Luca Zaia - e abbiamo saputo trasformare il consenso politico in progetto". E' avanti di poco sopra il 50% mentre Otello Dalla Rosa del centrosinistra è al 45% e anche a Treviso il centrodestra vola verso la vottoria trascinato dalla Lega con Mario Conte al 54,3% mentre Giovanni Manildo, candidato del centrosinistra è al 38%.

A Catania il centrodestra di Salvatore Pogliese vince al primo turno, brutta sconfitta per il sindaco uscente Enzo Bianco che non arriva nemmeno al ballottaggio.

La tornata elettorale, che vede il calo dell'affluenza (ferma al 61,19% rispetto alle ultime omologhe col 67,24%), segna il ritorno di Claudio Scajola che nella 'sua' Imperia è il più votato e conquista il ballottaggio con l'altro candidato del centrodestra, Luca Lanteri in corsa per il 'Modello Toti'.

Amedeo Ciaccheri, candidato con una coalizione civica di centrosinistra, è il nuovo presidente nel Municipio VIII al primo turno.

Se vince De Luca Cambia totalmente lo scenario se al ballottaggio vince il M5s. Al secondo turno se la vedrà con Chiara Frontini, della lista civica Viterbo2020, di poco sotto al 17%. Da una parte si conferma l'incapacità locale del Movimento 5 Stelle. A Viterbo, dopo aver governato per cinque anni in una coalizione di centrosinistra, il Pd non arriverà al ballottaggio. Ma i 5 Stelle, è la previsione, si riprenderanno già alle Europee di maggio 2019: "L'Europa, la contestazione. lì troveranno terreno adatto - conclude Piepoli -, quando non si parlerà di strade e bisogni personali, ma di grandi temi".

Calciomercato Inter, l'agente di Politano: "Ci stiamo lavorando"
Il mercato non comincia il 20 giugno, è tutto l'anno che si parla tra di noi e quindi so benissimo chi lo vuole davvero e chi no. Il Napoli , dal canto suo, ha deciso di abbandonare la pista dopo aver definito l'acquisto di Verdi .

Ferranti, a questo punto, è seriamente candidato a diventare il vice sindaco se Leonardo Latini vincerà il ballottaggio del 24 giugno. "Esprimo piena soddisfazione per il risultato ottenuto dalla nostra lista". Solo quarto, invece, il candidato sindaco di M5S, Massimo Fresc con il 13,54% dei voti. Tra 15 giorni dovrà sfidare per il ballottaggio Stefano Tombolini, candidato civico sostenuto da tutto il centrodestra, che ha superato il 28%.

M5S in frenata nei due municipi di Roma Nel Lazio si è votato in 47 Comuni e in due Municipi di Roma che hanno popolazione da città media.

7 dei 14 ballottaggi - che si svolgeranno tutti nella giornata di domenica 24 giugno - sono tra centrodestra e centrosinistra (Ancona, Brindisi, Massa, Pisa, Siena, Sondrio, Teramo). "Sono felice e soddisfatto", il commento di Sgarbi che in passato ha già ricoperto il ruolo di primo cittadino, dal 2008 al 2012, nel comune siciliano di Salemi. Dopo 34 anni dalla sua prima esperienza, torna a fare il sindaco a Priolo Gargallo (12mila abitanti) che amministrò dal 1984 al 1991, Pippo Gianni: l'ex parlamentare nazionale e regionale è stato eletto con il 43,57% dei consensi.

Avanza il centrodestra trainato dalla Lega, il M5S rallenta ed è ancora crisi Pd.

Share