MotoGp: Suzuki-Iannone addio a fine anno

Share

"Naturalmente, in questa stagione il Team SUZUKI ECSTAR e Suzuki Motor Corporation darà tutto il proprio supporto a Iannone per consentirgli di raggiungere grandi risultati nelle gare che restano in questo Mondiale".

Andrea Iannone è pronto a cambiare team dal prossimo anno. Sono piloti esperti, veloci e fortemente legati a un affascinante progetto non solo sportivo ma anche tecnico, che contribuirà allo sviluppo dell'intera gamma Aprilia, in pista e in strada. "Nell'augurare al pilota il futuro più luminoso possibile la Suzuki sta lavorando alla definizione dello schieramento per la stagione 2018/19 a cominciare dal pilota che affiancherà Alex Rins".

Annunciato ufficialmente Dead or Alive 6!
La saga Dead or Alive era assente sul mercato videoludico da diversi anni, oramai; ma sembra che ora sia pronta a fare il suo ritorno.

Una sfida tutta italiana, come ha sottolineato il team manager Fausto Gresini: "Quello tra Iannone e Aprilia sarà un gran bel connubio, uno dei più interessanti della MotoGP e potrà portare grandi risultati", ha detto Gresini. L'annuncio è arrivato prima dalla sua attuale scuderia, la Suzuki, che ha confermato le voci dell'ultimo mese sull'addio del pilota italiano, ringraziandolo per il lavoro svolto negli ultimi due anni. La combinazione con Espargaro, altro pilota di estremo valore, assicura un livello tecnico e di competitività che si pone tra i più alti della MotoGP. Iannone non è da meno e da quando milita in MotoGP vanta un palmares di una vittoria, 8 podi e 2 pole position ma, soprattutto, con tanta voglia di vincere ancora. Il suo arrivo, è il segno del crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP, nel quale la nostra moto ha già dimostrato di poter contare su basi tecniche valide - commenta il racing manager Romano Albesiano -. Andrea è un pilota forte, veloce e concreto. "Vogliamo continuare a crescere e portare la RS-GP dove merita in questa stagione ancora lunga, con Aleix e con Scott che voglio ringraziare pubblicamente per la sua grande professionalità e per l'impegno sempre di altissimo livello". "Benvenuto Andrea, facci divertire!" ha concluso Gresini.

Share