F1 in Canada, Winnie Harlow sbandiera un giro prima

Share

La modella ha sventolato la bandiera a scacchi in anticipo, al 69esimo giro dei 70 previsti, rischiando di scatenare il caos.

Winnie Harlow è stata protagonista involontaria di una piccola gaffe durante il Gp del Canada.

"È stato spiacevole ma si è trattato di un semplice errore di comunicazione".

Formula 1, GP Canada: errore della modella Winnie Harlow. Sventola la bandiera a scacchi, ma manca un giro

Comprensibile, pur se i toni sono stati spesso esagerati (ormai pare la norma), che sui "social" ci si sia scatenati contro la Harlow: quantomeno si pensava a una sua misinterpretazione dei messaggi tra ufficiali di gara, visto che lei non è e non può essere avvezza al "linguaggio" degli addetti ai lavori.

La colpa non è della bellissima modella Winnie Harlow: si è limitata a esporre il vessillo dopo aver ricevuto un ordine dai piani alti, di certo non poteva sapere quali fossero le dinamiche di gara (non era tenuta a farlo). Sappiamo tutti che significa che siamo al giro 69 (mentre l'ultimo è il 70esimo che dev'essere concluso, ndr) ma chi osserva queste cose con maggior casualità potrebbe pensare "ciò significa che è l'ultimo giro". Per fortuna l'errore non ha avuto nessun impatto sul risultato di gara. Una distrazione che non ha avuto conseguenze visto che i piloti hanno continuato a duellare nonostante l'esposizione della bandiera a scacchi che però, come da regolamento, ha sancito la fine della gara omologando la classifica al giro precedente. La gara, infatti, è stata ritenuta valida solo fino al 68esimo giro, ma in quello successivo il pilota Red Bull aveva registrato il giro più veloce.

Concludendo, ricordiamo comunque che non è la prima volta che un errore del genere succede e coinvolge una celebrità chiamata a sventolare la bandiera dell'arrivo: nel GP Brasile del 2002 fu infatti Pelé a mancare il momento giusto in cui dare la bandiera.

Austria, il Governo chiude 7 moschee
Il governo di Sebastian Kurz ha disposto la chiusura di 7 templi islamici dell'associazione turca Atib . L'annuncio è del cancelliere Kurz e del ministro degli Interni Kikl.

Share