Aveva 3 kg eroina, finto prete arrestato

Share

Un finto prete nascondeva 3 kg di eroina purissima nella custodia del proprio PC.

Il "finto prete" era atterrato all'aeroporto Leonardo da Vinci con un volo proveniente da Maputo, in Mozambico, e transitato da Lisbona. Durante l'ispezione dei bagagli, il "finto prete" ha tentato un ultimo stratagemma per farla franca, e pensando di intimidire i militari ha iniziato ad esibire la croce che indossava al collo minacciando di "scomunicare" i militari che, a suo dire, stavano compiendo un sacrilegio.

Di Maio: "L'Iva non aumenterà, avete la mia parola"
Chi sta raccontando l'idea che questo sia il governo del no alle infrastrutture sbaglia", ha detto. Quindi un'apertura alla Torino-Lione? " Ci teniamo alla tenuta dei conti ".

L'uomo, con tanto di collarino ecclesiastico, ai controlli ha detto - falsamente - di essere cittadino americano, giunto a Roma dopo impegnativi viaggi missionari. Nel corso del controllo deidocumenti, i militari hanno scoperto come la sua veracittadinanza fosse in realtà nigeriana e che era in possessosolamente di una semplice richiesta di cittadinanzastatunitense, mai accolta. Una farsa che si è conclusa quando all'interno dell'imbottitura della borsa porta computer è stato trovato il carico di droga. L'eroina sequestrata avrebbe consentito alle organizzazioni criminali di immettere sul mercato circa 25.000 dosi che avrebbero garantito ai trafficanti guadagni per oltre 1 milione di euro.

L'episodio secondo gli investigatori conferma "la recrudescenza di un fenomeno sempre piu' preoccupante, il ritorno al consumo dell'eroina, la cosiddetta 'droga dei poveri': il costo molto basso, anche 20 euro per una dose da un grammo e addirittura 5 euro per una monodose da 0,1 grammi, ne favorisce la diffusione soprattutto tra i piu' giovani".

Share