Superbike: primo acuto di Lowes. Melandri cade

Share

Non aveva vinto titoli ed era ancora un diamante grezzo. Le cadute di Jordi Torres (MV Agusta) prima e di Michael Ruben Rinaldi (Ducati) poi hanno costretto all'esposizione della bandiera rossa, lo start è stato poi ripetuto due volte e, alla terza, la durata della gara era solo di 16 giri. Sykes ha difeso la sua posizione in curva 1, ma Rea è passato davanti un paio di curve dopo, lasciandosi il compagno di squadra alle spalle.

Jorginho, l'agente tuona: "Se resta saremo scontenti"
Il cartellino di Jorge appartiene al presidente De Laurentiis . " Se non andrà al Manchester City non tornerà molto contento ". A centrocampo il Napoli potrebbe separarsi anche da Hamsik , corteggiato fortemente dai cinesi dello Shandong Luneng.

Il 31enne nordirlandese ha condotto una gara perfetta, sempre in testa, conquistando così la sesta vittoria stagionale davanti al ravennate Marco Melandri (Ducati) e al compagno di squadra Tom Sykes. Completano la top five le Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes. È stato l'unico pilota a scendere sotto i due minuti, mantenendo sempre 4-5 secondi di gap tra sé ed i suoi avversari. Alle sue spalle la manche ha offerto interessanti duelli, con Melandri protagonista di una serie di sorpassi fino ad assicurarsi il secondo posto. Per Melandri è il quinto podio nel WorldSBK a Brno ed un fantastico ritorno dopo il disastroso weekend di Donington. Se le prime prove libere hanno dato dei risultati inusuali a causa della pista umida, il secondo turno ha piazzato l'asticella per i piloti del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike in vista dell'ultima sessione della giornata. Entrambi saranno in prima fila alla partenza di Gara 2, una fantastica opportunità per giocarsi le proprie carte domani. Sul tracciato "old time" di Brno, il cesenate dell'Aprilia del team Milwaukee ha dato prova della sua classe, chiudendo al quarto posto a 427 milliesimi dalla migliore prestazione realizzata manco a dirlo dal "Cannibale" Jonathan Rea.

Share