Trump apre alla Russia: "Deve tornare a far parte del G8"

Share

"Al presidente americano può non dispiacere rimanere isolato, ma nemmeno a noi dispiace firmare un accordo a 6 se necessario". "Il presidente Trump lascerà il vertice del G7 a Charlevoix alle 10.30 di sabato, dopo la sessione sull'empowerment delle donne", ha comunicato la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders. Certo sull'euro, come detto dal professore nel discorso di insediamento, darà garanzie che il governo non ha l'obiettivo di uscire dall'Euro così come garantirà la "convinta appartenenza" alla Nato e l'alleanza "privilegiata" con gli Stati Uniti. Quindi l'attacco mirato al premier canadese: "Il primo ministro Trudeau che è così indignato, chiamando in causa il rapporto che Usa e Canada hanno avuto per molti anni e tutta una serie di altre cose.ma non menziona il fatto che ci fanno pagare fino al 300% sui prodotti lattieri - danneggiando i nostri agricoltori, uccidendo la nostra agricoltura!". Il procuratore Mueller infatti sta ancora indagando se ci sia stata collusione tra i due durante la campagna presidenziale del 2016, col sospetto che il Cremlino abbia aiutato il candidato repubblicano proprio per ricevere poi questi dividendi in cambio.

Non sarà un esordio internazionale semplice quello che da venerdì attende il premier Giuseppe Conte al G7.

Serie A, rischio doppio abbonamento per vedere tutte le partite in tv
L'operatore che si aggiudica un pacchetto potrà, però, consentire la 'ritrasmissione' a un altro operatore con un apposito accordo.

I media statunitensi sottolineano che l'annuncio sulla partenza anticipata di Trump dal Canada, domani partirà per Singapore, è arrivata dopo la polemica via Twitter. Intanto il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, si dice convinto che sul tema i paesi europei esprimeranno un'unica posizione "magari non nei dettagli ma sulla linea generale". Riteniamo quelle proposte assolutamente insoddisfacenti. Anche se il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte ha indicato di aver apprezzato la mossa di Trump in direzione del dialogo con la Russia.

Alla vigilia l'attenzione era tutta concentrata sulla disputa per i dazi imposti da Washington, che naturalmente resta sul tavolo, al punto che oggi Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Canada e Giappone potrebbero emettere un comunicato congiunto che esclude gli Stati Uniti. Sono qui forte di una legittimazione politica molto intensa e ne sono consapevole. E' quanto spiegano fonti di Palazzo Chigi, a margine dei lavori del vertice. In agenda la questione dazi, Iran e clima, tre dossier dove c'è una notevole distanza tra i leader mondiali e Donald Trump.

Share