Nel pubblico impiego una pensione su due è ancora "anticipata"

Share

Le pensioni liquidate ai lavoratori del settore pubblico nel 2017 sono state 124.464, in aumento dell'8,4% rispetto all'anno precedente, in cui erano stati 114.833.

Ammontano invece a oltre 2,8 milioni le pensioni dei dipendenti pubblici in vigore al 1 gennaio 2018, in aumento dello 0,7% rispetto all'anno precedente. L'importo complessivo annuo delle pensioni è di 69.328,8 milioni di euro, con incremento del 2,6% rispetto al 2017 (67.577,3 milioni di euro). Le pensioni di vecchiaia liquidate nel 2017 sono state appena l'11,8% del totale mentre quelle di inabilità sono state il 6,1% del totale. Le altre casse rappresentano complessivamente poco più del 3% del totale. Il numero totale delle pensioni ex Enpals vigenti a inizio 2018 è cresciuto dell'1,8% mentre la spesa annua complessiva è aumentata dell'1,2%.

Vulcaflex, leader nella produzione di pelli sintetiche per il mercato automobilistico e moda, è una delle tre aziende emiliano-romagnole selezionate per questo roadshow che sta girando tutta Italia. Il 58,6% del totale dei trattamenti pensionistici è erogato alle donne.

Istat, è record di occupati. Ma i giovani restano senza lavoro - Economia
Lo riferisce l'Istat , sottolineando che " la stima degli occupati continua a mostrare una tendenza alla crescita ". L'aumento interessa entrambe le componenti di genere e tutte le classi di eta' ad eccezione dei 35-49enni.

Andare in pensione in anticipo non comporta grosse penalizzazioni; basti pensare che nel 2017 l'importo medio degli assegni previdenziali liquidati nel 2017 è stato pari a 2.069€. Ma vediamo, qui di seguito, quali sono i nuovi requisiti per la Pensione 2019. "Siamo lieti di essere stati contattati - afferma Cristina Malini, responsabile del personale di Vucaflex - abbiamo una responsabilità sociale importante nel bacino ravennate, dove occupiamo oltre 450 dipendenti con altrettante famiglie, quindi benvenga un progetto che avvicini all'Inps sia il nostro ufficio su una materia in continuo aggiornamento, sia il dipendente che può contare su esperti con risposte certe e immediate su temi anche complessi". Tra le pensioni vigenti, gli assegni erogati per vecchiaia sono appena il 13,4% del totale a fronte del 56,8% erogati per pensioni di anzianità e anticipate. Le regioni che erogano il minor numero di pensioni sono la Valle d'Aosta (0,2%), il Molise (0,6%) e la Basilicata (1%).

Il 17% delle pensioni pubbliche ha un importo mensile inferiore ai 1.000 euro, il 49,8% tra 1.000 e 1.999,99 euro e il 24,5% tra 2.000 e 2.999,99. L'8,8%, infine, ha un importo dai 3.000 euro mensili lordi in su.

Share