Moto Gp in Mugello, incidente per il pilota della Ducati Michele Pirro

Share

E' la settima pole della sua carriera sulla pista toscana. Se il primato si trasformerà in vittoria - che qui gli manca da dieci anni - vedremo, ma intanto la zampata dice che il fenomeno è ancora vivo, anzi stravivo. Tra loro si sono piazzati Jorge Lorenzo e Maverick Vinales, staccati dal Dottore rispettivamente di 35 e 96 millesimi. Dalla terza fila Dovizioso, Crutchlow e Zarco con Rins a chiudere la top-ten.

La madre di tutte le lucertole
Le nuove informazioni su questo piccolo essere sono state ottenute tramite tecniche di ricostruzione tridimensionale (3D) e analisi delle sequenze di DNA dei rettili attuali.

"Sono contentissimo perché è una sorpresa - ha detto Rossi felice -". Nella FP4 ho provato le gomme dure da gara ed ero in difficoltà, poi con le morbide la Yamaha si guidava molto bene, con ottimo bilanciamento. "È stata una grande emozione e per rientrare ai box sono andato piano per godermi tutto il tifo". Viene ritenuta verosimile la perdita del controllo da parte del conducente ma la causa esatta è da stabilire: la Polstrada, al momento, ipotizza un malore, oppure una distrazione. Lì si può essere spaventato, ha provato a fermarsi, ha visto che non frenava, ha dato una pinzata più forte e alla seconda volta ha frenato troppo e lui si è ribaltato. Sono stato fortunato, non c'è nulla di grave, domenica torno in pista a trovarvi. La ruota davanti si è bloccata e la moto mi ha lanciato tipo Superman, poi non mi ricordo più niente e mi sono svegliato in ospedale... In questa delicata fase i dischi freno in carbonio possono raggiungere un picco di temperatura che sfiora i 700 °C. In ogni caso non penso la situazione cambi, perché quando tu sei in Yamaha devi sempre confrontarti con piloti fortissimi, soprattutto nelle ultime stagioni.

Share