Fca, Marchionne in cravatta annuncia: "Entro giugno debito azzerato"

Share

Così il ceo di Fca, Sergio Marchionne, nella conferenza stampa seguita all'illustrazione del piano industriale 2018-2022.

Il manager ha citato Oscar Wilde per spiegare la scelta di indossare la cravatta: "Una cravatta ben annodata è il primo passo serio nella vita". "Erano dieci anni che non la indossavo", ha ricordato. E sulla scia dei rumors il titolo Fca vola in Borsa e ieri chiude in rialzo del 4,01% a 19,01 euro. Ridurre la nostra dipendenza dal petrolio è una delle priorità.

Riguardo i piani relativi ai singoli marchi del Gruppo, Marchionne ha anticipato che "i nostri messaggi si concentrano su Jeep, Ram, Maserati, con un focus particolare sull'espansione di Jeep a livello globale e l'ampliamento della gamma di prodotti". Il manager ha anche anticipato illancio di un nuovo modello la Giardiniera.

Il clamoroso addio di Zidane al Real Madrid: 'E' ora di cambiare'
Il Real Madrid , dopo l'addio di Zidane decisamente a sorpresa, è ora alla ricerca di un nuovo tecnico per la sua panchina. Il ricordo più bello? Il peggiore? Perdere contro il Leganes nel ritorno di Coppa del Re. " Non è un giorno triste per me".

"La Fiat 500 è il veicolo ideale per una soluzione elettrica a batteria". Il piano che si delinea avrà al centro i brand Maserati e Alfa Romeo, per i quali si ipotizza la costituzione di un'unica divisione: rimarrebbero due società distaccate, ma verrebbero considerate insieme dal punto di vista dei report finanziari. Il gruppo prevede di realizzare una crescita annuale media dei ricavi del 7%. Entro il 2022, poi, Fca raggiungerà la piena capacità produttiva negli stabilimenti italiani ed europei: "l'obiettivo sarà raggiunto attraverso un mix più redditizio di modelli di marchi premium e prodotti verdi del brand Fiat". Buone notizie per il polo del lusso. Il target del ritorno sul capitale investito è a "superiore al 20%". La cravatta indossata da Marchionne ha catalizzato le polemiche della Fiom. La segretaria generale, Francesca Re David, intervenendo al Workers Day in corso a Pomigliano d'Arco, ha dato la sua versione dei fatti: "Marchionne ha messo la cravatta, ma sotto il maglioncino, perché ha raggiunto i risultati finanziari promessi". "Tutti i cambiamenti che si prospettano non rappresentano una minaccia - ha spiegato - ci stiamo allenando da 14 anni". Stiamo valutando dove produrre la 500 elettrica. Di Alfa Romeo, il Lingotto ha posto l'asticella a 400mila vetture entro il 2022 con un margine al 10%. Per quest'ultima, si prevede un quasi raddoppio dal 2018 a fine piano con un obiettivo di 100mila vetture. Con le innovazioni tecnologiche e i nuovi modelli Maserati "a molti di voi sembrerà che prendiamo di mira Porsche e Tesla". Lo ha detto l'ad di Fca Sergio Marchionne.

Destinati a un ruolo sempre più residuale i marchi Fiat e Chrysler, la "F" e la "C" di Fca. "E come famiglia e come Exor dico che non ho alcuna intenzione di vendere", ha spiegato. La sua identità sarà rivelata ad aprile ad Amsterdam, in occasione dell'ultima assemblea in cui l'attuale amministratore delegato sarà presente come responsabile esecutivo del gruppo. - La successione - ha puntualizzato oggi - è "una questione che riguarda il 2019".

Share