C'è intesa M5S-Lega, Tria all'Economia. Governo Conte potrebbe giurare già domani

Share

In tutto i ministri dovrebbero essere 17. Giuseppe Conte ha ricevuto ieri sera al Quirinale l'incarico di formare il governo dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Secondo fonti del Movimento 5 Stelle, i contatti tra i due sono frequenti anche in queste ultime ore. La parte più difficile era la ripartizione dei ministeri di maggior peso.

Il premier incaricato Carlo Cottarelli che salito al Colle nel pomeriggio per un altro incontro informale con Mattarella, è stato convocato per le 19.30 al Quirinale dove ha rimesso il mandato nelle mani del capo dello Stato.

Una soluzione che premia l'atteggiamento e le scelte del Presidente della Repubblica, evita nuove elezioni a breve e sembra spaccare il centrodestra in tre: la Lega la sostiene, Fratelli d'Italia si astiene, Forza Italia annuncia il voto contrario.

Savona è stato spostato agli Affari Europei, mentre all'Economia va Giovanni Tria (in quota Lega), presidente della Scuola nazionale dell'amministrazione e professore ordinario di economia politica all'università di Tor Vergata.

Violenta la moglie davanti ai figli piccoli, choc nel Napoletano
Poi l'estremo gesto, il consumo dell'abuso una volta lasciato per terra l'amico della moglie e dopo averla portata a casa. I carabinieri sono stati avvertiti dall'amante e la vicenda è venuta allo scoperto nella stessa notte, con l'arresto.

Vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico, Lavoro e politiche sociali: Luigi Di Maio. I rispettivi leader di partito, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, siglano l'accordo al termine di un lungo faccia a faccia alla Camera. Giancarlo Giorgetti sarà invece sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Esteri: Enzo Moavero Milanesi. Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S). Con "l'economista della discordia" Paolo Savona comunque dentro, ma in un ruolo diverso da quello di responsabile del Mef. Sud: Barbara Lezzi. Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro.

Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega). Erika Stefani agli Affari regionali. Famiglia e disabili: Lorenzo Fontana (Lega). Difesa:Elisabetta Trenta (M5S). Politiche agricole: Gian Marco Centinaio (Lega). Beni culturali: Alberto Bonisoli (M5S).

Salute: deputata Giulia Grillo (M5S).

"Ho sentito dire molte cose in queste ore ma ci tengo a precisare che Fdi non ha mai chiesto poltrone o di entrare nella squadra di governo". Una foto diventata famosa anche per le successive vicende giudiziarie che hanno coinvolto la Raggi e il suo capo della segreteria.

Share