Buffon e la depressione: "Contro la Reggina credevo di morire"

Share

Il portiere ripercorre i momenti più difficili della sua vita.

Tra il 2003 e il 2004, il campione del mondo di Germania 2006, è stato colpito da una forte depressione: "Ebbi il primo attacco di panico prima del match in casa contro la Reggina, ma non se ne accorse nessuno e pensavo di essere ancora più solo. Il cuore batteva a mille, il respiro diventava sempre più affannoso, pensavo di morire, pur sapendo che non sarebbe accaduto". Il calcio non c'entra nulla, non si parla di delusione per una traguardo sfumato o per una parata non riuscita. Vincemmo la partita per 1-0 e per me fu come un elettroshock. Pensai che le piccole cose potevano darmi una mano e che potevo ritrovare la gioia di vivere. In Toscana i fruttini sono i succhi di frutta, ma nella boccetta di vetro. Rimasi in campo e feci una parata dopo pochi minuti, su Cozza, quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0.

Icardi, Chelsea pronto a pagare 110 mln. Tutto dipende da Maurito
Non ci stupiremmo più di tanto se la vicenda narrata stasera, ove mai avesse sviluppi, si concludesse nella stessa maniera. Boninsegna alla Juve e Anastasi all'Inter fu uno scambio storico, soprattutto per la Juventus .

Secondo 'La Gazzetta dello Sport' quindi sia Buffon che il PSG aspettano con ansia le decisioni dell'UEFA e chissà che una pesante squalifica non possa addirittura fare clamorosamente saltare l'accordo già raggiunto tra le parti. Non riuscivo a capire perché stessi cadendo nel baratro. "Ma non sono bello, ricco e famoso?"

Share