Deutsche Bank continua a licenziare in tutto il mondo

Share

La Deutsche Bank, il colosso bancario tedesco, ha annunciato un piano per tagliare circa 7 mila posti di lavoro in tutto il mondo. Con questa sforbiciata Deutsche Bank prevede di ridurre il suo debito e migliorare la redditività del gruppo dopo che nel primo trimestre dell'anno ha riportato un calo del 79% dell'utile netto.

Si pensa di ridurre gli investimenti in America e Asia concentrandoli invece maggiormente in Europa. A pagare il prezzo di questi piani saranno anche i dipendenti, destinati a ridursi - si legge nella nota - da "poco sopra i 97 mila a ben al di sotto i 90 mila".(ANSA). Le divisioni che saranno, più delle altre, oggetto di taglio sono quelle che si interessano di prodotti finanziari e investimento.

Il numero di posizioni a tempo pieno dovrebbe passare dalle oltre 97mila attuali a meno di 90mila.

Governo, Conte: "Stiamo lavorando". Scontro su Savona, Pd attacca
Salvini è ritenuto di gran lunga il leader più convincente nella fase post elettorale, staccando Luigi Di Maio . Possibilmente da indossare al Colle, il presto possibile: "La mia speranza è che domani finalmente si parta".

La mossa, da parte di Deutsche Bank, ha un preciso senso.

Questo si rende necessario perchè negli ultimi tre esercizi, la banca tedesca, ha chiuso in conti sempre in rosso ed ha dovuto accollarsi una serie di maxi-risarcimenti e multe miliardarie negli Stati Uniti e nel Regno Unito che hanno affossato la fiducia dei clienti e degli azionisti.

Il mese scorso il nuovo ceo, il tedesco Christian Sewing, subentrato al britannico John Cryan aveva avvertito i dipendenti che ci sarebbero state "decisioni difficili da prendere".

Share