Finale Europa League, Atletico Madrid-Marsiglia 3-0

Share

Simeone in questa finale di Europa League 2018 si affida a un collauato 4-4-2 che vede Oblak in porta; Partey, Savic, Godin, Lucas Hernandez in difesa; a centrocampo la coppia centrale formata da Saul e Gabi, sulle fasce Correa da un lato, Koke dall'altro; la coppia d'attacco con buone probabilità sarà formata dal richiestissimo Antoine Griezmann e da Diego Costa. "Sono contento per i giocatori, ci siamo rialzati due volte perchè prima di arrivare qui abbiamo perso due finali di Champions". Per i colchoneros è il terzo trionfo, tutti sotto la guida di Diego Pablo Simeone, dopo quelli nel 2010 in finale contro il Fulham ad Amburgo e nel 2012 contro l'Athletic Bilbao a Bucarest. Nel Marsiglia, Rudi Garcia schiera tutto il talento a sua disposizione, con Luiz Gustavo difensore centrale, Thauvin, Payet e l'ex milanista Ocampos in appoggio al centravanti Germain. Anguissa controlla male un pallone passatogli da Mandanda, Gabi lo intercetta e lo passa a Griezmann e le Petit Diable solo davanti al portiere non perdona i marsigliesi, spiazzando con freddezza il portiere. L'OM, già in difficoltà, si è ritrovata a fare i conti con l'uscita dal campo di Dimitri Payet, l'uomo di maggior talento che si è presentato all'appuntamento di Lione in precarie condizioni fisiche, il numero 10 di Garcia ha cercato di tenere duro ma non aveva alcun senso rimanere in campo col freno a mano tirato e a malincuore ha alzato bandiera bianca, lasciando il terreno di gioco in lacrime e con il timore di restare escluso dai 23 selezionati dal ct francese Deschamps. Inizia il secondo tempo, passano solamente tre minuti ed è ancora un inarrestabile Griezmann a segnare il 2-0 per gli spagnoli. Una tegola pesante quasi quanto il gol incassato per i francesi, che non riescono più a rendersi pericolosi prima dell'intervallo. E' l'ultimo brivido per i Colchoneros, che all'89' trovano anche il tris con il capitano Gabi, bravo ad incrociare un perfetto rasoterra all'interno dell'area.

Grande Fratello 15: Luigi Favoloso squalificato e accusato, ecco perché
Ma di che frase si tratta? L'hanno chiamata gli assistenti sociali , lei è svenuta e ha perso il bambino. Come fa notare la stessa Lucarelli , Nina ha esagerato anno dopo anno con la chirurgia .

DOMINIO SPAGNOLO. Dei 13 trofei per club assegnati dalla UEFA nel 2014, 12 sono andati a squadre spagnole: 4 su 5 in Europa League (3 Siviglia, 1 Atletico), 4 su 4 sia in Champions che in Supercoppa Europea (6 al Real Madrid, 2 al Barcellona).

Share