Finale Europa League, Atletico Madrid-Marsiglia 3-0

Share

Simeone in questa finale di Europa League 2018 si affida a un collauato 4-4-2 che vede Oblak in porta; Partey, Savic, Godin, Lucas Hernandez in difesa; a centrocampo la coppia centrale formata da Saul e Gabi, sulle fasce Correa da un lato, Koke dall'altro; la coppia d'attacco con buone probabilità sarà formata dal richiestissimo Antoine Griezmann e da Diego Costa. "Sono contento per i giocatori, ci siamo rialzati due volte perchè prima di arrivare qui abbiamo perso due finali di Champions". Per i colchoneros è il terzo trionfo, tutti sotto la guida di Diego Pablo Simeone, dopo quelli nel 2010 in finale contro il Fulham ad Amburgo e nel 2012 contro l'Athletic Bilbao a Bucarest. Nel Marsiglia, Rudi Garcia schiera tutto il talento a sua disposizione, con Luiz Gustavo difensore centrale, Thauvin, Payet e l'ex milanista Ocampos in appoggio al centravanti Germain. Anguissa controlla male un pallone passatogli da Mandanda, Gabi lo intercetta e lo passa a Griezmann e le Petit Diable solo davanti al portiere non perdona i marsigliesi, spiazzando con freddezza il portiere. L'OM, già in difficoltà, si è ritrovata a fare i conti con l'uscita dal campo di Dimitri Payet, l'uomo di maggior talento che si è presentato all'appuntamento di Lione in precarie condizioni fisiche, il numero 10 di Garcia ha cercato di tenere duro ma non aveva alcun senso rimanere in campo col freno a mano tirato e a malincuore ha alzato bandiera bianca, lasciando il terreno di gioco in lacrime e con il timore di restare escluso dai 23 selezionati dal ct francese Deschamps. Inizia il secondo tempo, passano solamente tre minuti ed è ancora un inarrestabile Griezmann a segnare il 2-0 per gli spagnoli. Una tegola pesante quasi quanto il gol incassato per i francesi, che non riescono più a rendersi pericolosi prima dell'intervallo. E' l'ultimo brivido per i Colchoneros, che all'89' trovano anche il tris con il capitano Gabi, bravo ad incrociare un perfetto rasoterra all'interno dell'area.

Calciomercato Napoli: Jorginho non è legato al destino di Sarri
L'ultima che ho letto è che il Manchester United ha fatto una proposta con il procuratore di Mourinho, ma nessuno mi ha chiamato. Dipenderà da quello che vorrà fare la società partenopea.

DOMINIO SPAGNOLO. Dei 13 trofei per club assegnati dalla UEFA nel 2014, 12 sono andati a squadre spagnole: 4 su 5 in Europa League (3 Siviglia, 1 Atletico), 4 su 4 sia in Champions che in Supercoppa Europea (6 al Real Madrid, 2 al Barcellona).

Share