Europa League all'Atletico, Simeone: "Mai mollare"

Share

Dunque l'avventura del Marsiglia in Europa League non si è conclusa con un lieto fine, ma la squadra di Garcia può dirsi soddisfatta per il percorso compiuto.

MotoGP - Iannone: "Ritorno in Ducati? Chiacchiere da bar"
La valutazione di Andrea con la squadra ha pesato molto. "Nonostante ci siano state frizioni, questo fa parte della crescita". Ancora in tema Ducati: "Andrea ha un feeling fantastico con la sua squadra".

"Atletico Madrid campione di Europa League". Francese di Macon, 60 chilometri dallo stadio di Lione teatro della finale, è lui a stendere con una doppietta e una partita monstre i francesi del Marsiglia (il 3-0 conclusivo lo firmerà Gabi in chiusura) e a consegnare all'Atletico Madrid la terza Europa League in 8 anni, un tris che eguaglia il record del Siviglia. Così dopo appena 5′ i francesi potrebbero già portarsi in vantaggio grazie a Germain, ma l'ex Monaco si divora il gol sprecando in diagonale solo davanti ad Oblak dopo una bella azione sull'asse Payet-Thauvin. I volti dei giocatori del Marsiglia sono smarriti, segnare due gol a una squadra di Simeone sembra un'impresa impossibile e tale si rivelerà. La ripresa è a senso unico, con i colchoneros che trovano il raddoppio dopo quattro minuti ancora con Griezmann: palla recuperata su un fallo laterale nella metà campo dell'OM, con Koke che serve sul filo del fuorigioco Griezmann, che a tu per tu con Mandanda lo scavalca con un dolcissimo tocco sotto. Poi l'Atletico ci ha puniti: non si possono commettere errori del genere contro una squadra che è molto forte ed è seconda nella Liga. Invece, è rimasta com'era, anzi di più, con il 3-0 in chiusura di Gabi e l'ingresso passerella di Torres al posto di Griezmann: la bandiera di ieri e quella di oggi.

Share