Camorra:ordinanza per 6,anche due medici

Share

Ai domiciliari anche Adriana Lo Russo, moglie di Mollica e sorella del boss Carlo. E' questa l'accusa che grava sui due fratelli medici, in servizio presso due cliniche di Chiaia e del Vomero, arrestati in un blitz della Dia questa notte a seguito di un'indagine condotta da Giuseppe Linares. Proprio le testimonianze del pentito sono state fondamentali nell'inchiesta denominata snakes, portata avanti dalla Dia di Napoli, sotto il coordinamento della Dda della Procura partenopea. Adriana Lo Russo è invece agli arresti domiciliari, gravemente indiziata di ricettazione aggravata per aver consegnato somme provenienti da attività illecite del clan ad esponenti dell'organizzazione.

I due medici, come riporta l'Ansa, si erano resi disponibili a proteggere gli interessi dei titolari di attività di ristorazione, detenuti e sotto processo, acquisendone i ristoranti e divenendo vittime di estorsione dei Lo Russo, per poi fare affari con i fiduciari dell'organizzazione. I due medici hanno dunque reimpiegato nei ristoranti cospicue somme di denaro proveniente da attività illecite della camorra, insieme a Mollica e a Mariano Torre, già componente del 'gruppo di fuoco' del clan, attualmente collaboratore di giustizia.

Aperta un'inchiesta su Raiola per violazione di giustizia sportiva
Nell'incontro tra Monchi e Raiola si parlerà anche di Kluivert Jr , altro attaccante che interessa, e molto, ai giallorossi. Non solo: gli olandesi avrebbero chiesto alla Guardia di Finanza di recuperare i contratti siglati con il Milan .

I due medici dovranno rispondere di favoreggiamento nei confronti dei titolari delle attività di ristorazione, detenuti e sotto processo, per aver sottoscritto con l'amministrazione giudiziaria, negli anni 2013-2014, contratti di affitto di vari ristoranti all'epoca sequestrati. L'accusa che pende sul cognato del boss e sull'affiliato è quella di estorsione nei confronti dei medici, che sarebbero stati costretti a versare una somma di denaro mensile, già pattuita con il precedente titolare di uno dei ristoranti.

Share