Ruby Ter, chiesto rinvio a giudizio per Berlusconi a Torino

Share

La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio per il leader di Forza Italia nell'ambito del processo Ruby ter. "In attesa dell'udienza preliminare di inizio luglio, il 7 giugno la Cassazione dovrà pronunciarsi sul sequestro dei beni di Vannoni". Il pm Laura Longo nell'aprile scorso aveva modificato il capo d'accusa e il gup Francesca Christillin aveva pertanto aggiornato l'udienza a oggi. Intanto è stata esclusa la concessione in comodato gratuito alla ragazza di un immobile in Torre Velasca, il grattacielo di 26 piani in pieno centro a Milano. Il primo giugno parlerà la difesa di Berlusconi, poi il gup dciderà se sollevare il conflitto di competenze tra Procure o accogliere la richiesta di rinvio a giudizio.

Napoli, scintille de Magistris-De Luca. Il sindaco: Meglio poveri ma onesti
La priorità, ha spiegato De Luca è quella di "fare muro contro ogni violenza e contro chi fa violenza". Ma se non puoi fare niente, se non hai i soldi, vavatten' (vattene, ndr).

Gli atti sono arrivati nel capoluogo piemontese da Milano, per competenza territoriale, e vede imputata, oltre al Cav, anche l'ex showgirl Roberta Bonasia, di Nichelino, per falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. La loro tesi è che l'eventuale reato di corruzione in atti giudiziari si consuma nel momento dell'emissione dell'assegno circolare (con cui Berlusconi avrebbe fatto l'ultimo versamento di denaro a Bonasia). Per quanto riguarda le accuse nei confronti della Bonasia, il suo legale, Stefano Tizzani, ha chiesto di pronunciare sentenza di non luogo a procedere, perché i reati non sussistono.

Share