Pecore 'tosaerba' nelle grandi ville di Roma, 'C'è l'esempio di Berlino'

Share

"È un modo semplice, che fanno in altre grandi città come Berlino, ci sembra giusto e interessante" spiegano dal Comune come riporta RomaToday.

"A Berlino si è tornati ai vecchi tempi con pecore e caprette come tosaerba, si potrebbe fare anche a Roma", suggerisce una signora nel corso di una diretta Facebook in cui l'assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari risponde alle sollecitazioni dei cittadini. La sindaca Virginia Raggi anche di recente mi ha sollecitato all'utilizzo delle pecore e degli animali per effettuare questa attività, che già viene fatta al parco della Caffarella. "Questa ci mancava proprio, Raggi ama profondamente gli animali: ha riempito Roma di ratti, gabbiani e cinghiali, qualche capretta completa lo zoo romano pentastellato" ha scritto su Twitter Orlando Corsetti. Dalla parte di Montanari si è affrettata a scendere in campo la Coldiretti: "Con cinquantamila pecore allevate nel Comune di Roma, la Capitale può contare su un vero esercito di tosaerba naturali", scrive in una nota l'associazione di categoria, dove si legge: "Una opportunità che è stata colta già in molte altre realtà e che consente di sostituire falciatrici e decespugliatori, abbattere rumori ed emissioni e garantire in più la concimazione naturale delle aree verdi". Al 10° posto della graduatoria elaborata da Mediamonitor.it si posiziona il sindaco di Bologna Virginio Merola (760), che supera di un soffio il primo cittadino di Catania Enzo Bianco (744).

Aereo scomparso: gli esperti sostengono la tesi del suicidio
Il team di investigatori non ha menzionato il ruolo del giovane co-pilota Fariq Abdul Hamid , al primo volo su un Boeing 777 senza la supervisione di un capitano esperto.

Con Roma Capitale è iniziato un percorso molto positivo. A volte è difficile per la città occuparsi di tutto, e noi, come società che ha un ruolo fondamentale, sotto certi aspetti siamo un po' una rappresentanza. Tanto che, durante lo stesso botta e risposta con i cittadini sul web, rivendica più fondi dedicati: "Abbiamo fatto uno studio per capire qual è la situazione, abbiamo valutato un importo complessivo necessario per una gestione minima ottimale di 109 milioni di euro". Il confronto con altre grandi città "è drammatico - dice l'assessore -". Un primo passo verso una manutenzione seria dei polmoni verdi di Roma.

Share