Giro d'Italia in Abruzzo: premiati due agenti della polizia stradale

Share

Bar e ristoranti, coadiuvati dall'ufficio marketing dell'azienda, si impegnano per creare dei "Party Giro" dedicati ai protagonisti della kermesse: ed è già partita la sfida per superare il record di cento feste dello scorso anno. Il pavè contraddistinguerà l'ultimissima parte della tappa con l'arrivo nel centro storico.Bella ammuccioata per i favoriti di questa tappa anche se noi abbiamo scelto due cavallini come Battaglin e Yates che offriamo a quota SNAI 8 decisamnte meno rispetto al resto dei principali rivali dati fra i 12 (Wellens e Woods) e i 15 (Pinot, Goncalves, Sanchez, Schachmann, Viconti e Ulissi).

Chi ha vinto l'ultima tappa del Giro d'Italia 2018, quella di martedì 15 maggio. La 12esima tappa della corsa rosa, la Osimo-Imola di 214 chilometri, transiterà nella città manfreda giovedì 17 maggio. "Due i traguardi volanti di giornata: "il primo dopo 63,8, a Teramo; il secondo dopo 149, a Sarnano, con abbuoni di 3", 2" e 1" assegnati ai primi tre atleti che transiteranno.

L'improvvisa crisi di Jhoan Esteban Chaves ha dato invece una svolta inattesa alla corsa, che si è trasformata in un lungo braccio di ferro tra il gruppo al comando sospinto dalle squadre degli uomini di classifica e quello dei corridori rimasti attardati guidato da tre gregari della Mitchelton in una rincorsa disperata.

Inter, è Joao Mario la chiave per Rafinha
Ha avuto un ottimo impatto con la maglia del West Ham , segnando anche 2 reti, portando alla salvezza la squadra londinese. Joao Mario chiude così: "Voglio ringraziare il West Ham per ogni cosa che ha fatto, i miei compagni e i tecnici".

Poi il traguardo, a più di 25 minuti da quelli bravi: l'infinito, col gruppo dei velocisti e pure le domande da rispondere. Frapporti ha continuato da solo, ma dai -50 km ha cominciato ad accusare la fatica. Vittoria fortemente voluta, più forte della beffa che meditava di infliggergli in volata il tedesco Denz, l'unico a resistere al suo forcing. Dal punto di vista della cronaca sportiva: con una perfetta volata a circa seicento metri dall'arrivo il 27enne irlandese Sam Bennett, del team Bora, si è aggiudicato la settima tappa del Giro d'Italia Pizzo-Praia a Mare di 159 Km.

Secondo giorno di riposo del Giro d'Italia 2018, e come in occasione del precedente proviamo a fare un breve punto della situazione su coloro che hanno visto crescere il valore delle loro azione in questa settimana di corsa sul suolo italiano e su chi invece ha perso punti o, in alcuni casi, minuti. Il Giro e' cosi', per questo e' bello. La vita è così, fatta di gioie e dolori.

Simon Yates, la maglia rosa, consolida il suo primato con la vittoria alla tappa del Gran Sasso.

Share