Cagliari, Joao Pedro squalificato per sei mesi. Giulini: "Ha commesso una leggerezza"

Share

Invece è stata riscontrata una leggerezza ed è giusto che si faccia questi 6 mesi di squalifica.

OnePlus 6 è ora disponibile sulla piattaforma Amazon
L'intesa raggiunta dalla casa taiwanese con il colosso dell'e-commerce riguarda Italia, Francia, Germaina e Spagna. Siamo sicuri che questa è una notizia che farà felici molti di voi utenti.

Sei mesi di squalifica. La sostanza proibita, rilevata sulle urine dopo i match contro Sassuolo e Chievo, poteva costare molto più cara al brasiliano dato che la procura aveva chiesto una squalifica di quattro anni. Il ragazzo classe 1992 ha un accordo fino al 2021 con la squadra di Giulini e probabilmente resterà al Cagliari a prescindere da quale sarà il futuro della squadra sarda se in Serie A o in B. Ora però è tempo di pensare alla prossima decisiva giornata di campionato quando si capirà se la squadra sarda riuscirà a salvarsi e a rimanere nella massima categoria. Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, accetta la condanna inflitta dal Tribunale nazionale antidoping a Joao Pedro: "L'assoluzione sarebbe stata più corretta - spiega il n.1 rossoblù, che ha atteso il verdetto innanzi agli uffici di Nado Italia - ma lui ha commesso una leggerezza. Spero non incappi più in questo tipo di comportamenti". Una situazione che ha reso felice ovviamente sia il calciatore che il Cagliari. Ha capito l'errore? Credo valga per tutti i tesserati, glielo ripetiamo sempre, firmano un regolamento di condotta.

Share