Debito pubblico, cresce ancora a marzo: +15,9 miliardi a 2.302,3

Share

Il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, non fa in tempo a lanciare il suo monito dalle colonne di Politico sulla necessità italiana di ridurre il debito, che Bankialia dà una cifra al problema: 2.302,3 miliardi. Il record era stato però toccato nel mese di luglio dello scorso anno, sempre oltre quota 2.300 miliardi (2.308 per la precisione).

Bankitalia ha reso noto che a marzo il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 15,9 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.302,3 miliardi.

Nuovo rialzo per il debito pubblico italiano, in una marcia che pare inarrestabile. L'incremento è dovuto al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche (20,1 miliardi), compensato parzialmente dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro.

11 feriti durante intervista Iniesta
Fra gli undici feriti leggeri, che sonostati medicati in ospedali di Barcellona , ci sono anche dueminori. Lo stesso Andrés Iniesta tramite un tweet ha mandato un messaggio alle persone coinvolte.

Nel mese di riferimento, poi, le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio statale hanno registrato un sostanziale immobilismo rispetto a febbraio e si sono attestate su quota 28,5 miliardi.

Nel primo trimestre 2018 le entrate tributarie sono state pari a 91,7 miliardi, sostanzialmente stabili rispetto allo stesso periodo del 2017. E' quanto emerge dal fascicolo "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" della Banca d'Italia. "Al netto di alcune disomogeneità contabili - si legge in una nota -, si può stimare che le entrate tributarie siano aumentate".

Share