Ultimi giorni per la rottamazione delle cartelle

Share

Dall'Agenzia fanno sapere che la rottamazione può essere perfezionata anche sul conto per alcune delle cartelle.

Agenzia delle entrate-Riscossione ha ampliato i canali di informazione sulla definizione agevolata, sottoscrivendo un accordo con Trenitalia Spa e Poste italiane Spa, che consente di proiettare un video informativo su monitor di treni e uffici postali.

Il contribuente che ha ricevuto tra il 1° gennaio 2000 ed il 30 settembre 2017, una o più cartelle di pagamento, può accedere alla nuova definizione agevolata dei carichi affidati all'agente di riscossione, ottenendo così il condono di sanzioni ed interessi.

A tutti i contribuenti che presentano la domanda di rottamazione entro il 15 maggio 2018, l'Agenzia delle entrate-Riscossione invierà una comunicazione entro il 30 giugno 2018 contente l'importo condonato e le eventuali date di scadenza per chi rateizza l'importo o le eventuali motivazioni del diniego.

Berlusconi potrebbe rientrare subito in Parlamento senza passare da nuove elezioni
E hanno agito di conseguenza. "Al presidente di Forza Italia le mie più sentite felicitazioni e quelle di Fratelli d'Italia". Quindi da ora in poi l'ex premier torna ad essere candidabile .

Rottamazione cartelle 2018: quali cartelle rottamare?

Cartelle esattoriali: tagliati gli interessi di mora al 3,01% dal 15 maggio 2018 Comunicato stampa ufficiale dell'Agenzia delle Entrate del 10 maggio 2018 Cartelle esattoriali: tagliati gli interessi di mora al 3,01% dal 15 maggio 2018 Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 10 maggio 2018 in materia di interessi di mora sulle cartelle di pagamento Cartella esattoriale: novità sugli interessi di mora.

Per chi non volesse usufruire del form online esistono delle modalità alternative per presentare domanda di adesione alla Definizione agevolata 2000/17. Non saranno accettate invece le richieste di coloro che non hanno pagato le rate previste dall'ultima rottamazione. La domanda può essere presentata anche dai contribuenti che non erano stati ammessi alla precedente definizione agevolata esclusivamente perché al 24 ottobre 2016 avevano un piano di rateizzazione in essere con l'agente della riscossione e non erano in regola con i pagamenti delle rate in scadenza entro il 31 dicembre 2016. Grazie al portale dell'Agenzia delle Entrate - agenziaentrateriscossione.gov.it -, le domande di adesione alle agevolazioni possono essere inviate anche online con il servizio "Fai D.A. te" entro le 23,59 del 15 maggio, quindi oltre l'orario di chiusura degli sportelli. Servirà poi inserire i dati anagrafici, di domiciliazione e di contatto, indicando un indirizzo email di riferimento dove si desidera ricevere la convalida della richiesta; i riferimenti delle cartelle o degli avvisi che si vogliono "rottamare"; allegare il documento di identità e la dichiarazione sostitutiva attestante la qualifica del dichiarante; visionare il riepilogo dei dati e indicare se si intende pagare in un'unica soluzione oppure a rate e, infine, confermare la domanda. Lo ricorda una nota dell'Agenzia delle entrare-Riscossione.

L'Agenzia delle Entrate fissa annualmente in base al dlgs 159/2015 i tassi di interesse che si applicano a versamento, riscossione e rimborsi di ogni tributo.

Share