Juve, Chiellini: "Qualcuno ha parlato troppo. E ora festeggiamo noi"

Share

Bisogna ringraziare chi ci ha stimolato. La svolta credo sia stata a Genova, poi abbiamo cambiato atteggiamento e abbiamo anche sfiorato l'impresa in Champions League, un trofeo che questo ciclo avrebbe meritato. "I discorsi su mancate finali, arbitri, bel gioco ci hanno dato forza e adesso noi siamo qui a festeggiare mentre altre stanno a casa tristi". Non ci rendiamo conto di quanto stiamo facendo, e nemmeno ci danno il merito di ciò. Trovare motivazioni ed energia è difficile invece ogni anno troviamo qualcuno che ci tira il collo e ci fa andare. Vedere certe immagini e sentire certe cose è stata linfa. Noi festeggiamo, gli altri sono molto tristi.

"A metà del secondo tempo di Milano sembrava finita, ma sono convinto che tutte le persone che ci hanno stuzzicato, che hanno esultato troppo presto, che hanno parlato a vanvera mancandoci di rispetto, hanno sbagliato persone". Dopo il pareggio in casa della Roma che ha consegnato alla Juventus il settimo scudetto consecutivo, il difensore che spera di recuperare dall'infortunio per disputare uno spezzone di partita nell'ultimo match contro il Verona, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa.

Inter, Ausilio: "de Vrij professionista. Sufficienza piena all'annata"
Così Piero Ausilio , direttore sportivo dell'Inter , ha tracciato un primissimo bilancio della stagione nerazzurra. Questo finale di stagione sarà estremamente importante per Mauro Icardi .

Ci vuole rispetto, hanno parlato presto e festeggiato presto. "Tante persone che hanno parlato a vanvera adesso devono stare in silenzio perché abbiamo dimostrato che siamo i più forti". Sembra tutto dovuto e scontato e che non meritassimo. Siamo stati zitti quando bisognava star zitti, ce la godiamo. Ora noi parliamo e festeggiamoMi mancherà, è un punto di riferimento. Molte frasi dette dai media e dagli addetti ai lavori ora si commentano da sole. "E quest'anno, come altri, ci guarderanno festeggiare". Ma questa squadra continuerà sulla stessa strada anche senza alcuni campioni. Ogni squadra ha tanti leader. Siamo qua, contro tutto e tutti. "Ognuno con i suoi ingredienti portano all'alchimia perfetta". Noi le finali le perdiamo perché le giochiamo, tante squadre scelgono di uscire ai sedicesimi o agli ottavi.

Share