Bologna: le parole di Roberto Donadoni in conferenza stampa

Share

Donadoni passa dal 4-3-3 al 4-3-1-2 spostando Verdi alle spalle di Destro e Palacio.

Non c'è un attimo di tregua, e nella seconda parte della frazione è il Chievo a rendersi maggiormente pericoloso: al 25' Castro non riesce ad inquadrare il bersaglio grosso da sottomisura su cross di Gobbi, poi al 27' è sempre l'argentino a vedersi negare il punto del pareggio prima dai riflessi di Mirante, poi dalla traversa. De Maio sfiora il raddoppio sugli sviluppi di un piazzato, Sorrentino salva il Chievo su Destro e Dainelli fa altrettanto su Palacio, mentre dagli altri campi arrivano le notizie dei vantaggi di Udinese, Cagliari e Spal. A fine primo tempo ci siamo detti che non potevamo uscire dalla sconfitta. L'ultimo sussulto, manco a dirlo, arriva da Verdi, che al 40' scarica una sassata dai venti metri e costringe Sorrentino alla deviazione miracolosa sul palo per salvare il risultato. Ma dopo un minuto e sul calcio d'angolo seguente, Pairetto ha assegnato il calcio di rigore al Bologna per un tocco col braccio in area. I fischi vanno poi in direzione di Donadoni al momento del cambio di Destro (è il sesto minuto).

"Ci dispiace molto non aver chiuso con una vittoria davanti al nostro pubblico". Roberto Donadoni è stato infatti chiarissimo in conferenza stampa: il Bologna deve fare bene davanti al proprio pubblico. Il Bologna fa la partita con Verdi intenzionato a lasciare il segno in quella che potrebbe essere l'ultima gara al Dall'Ara con la maglia rossoblù addosso. Donadoni ripesca Destro, Palacio, Helander, Dzemaili, Pulgar nel giorno in cui al Dall'Ara si festeggiano, nel pre-partita, Maifredi e la squadra che nell'87-88 firmò la promozione.

M5S, Di Maio: "Chiesto sostegno della Meloni? Follia pura"
Così fonti M5S all'Ansa spiegano che Di Maio ha incontrato Meloni per capire che tipo di appoggio avesse intenzione di dare. Ecco la dichiarazione ed il video di Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia pubblicata sulla sua pagina facebook .

A disp.: Da Costa, Ravaglia, Keita, Krafth, Romagnoli S., Torosidis, Crisetig, Nagy, Krejci.

All: DonadoniChievo Verona (4-3-3): Sorrentino; Depaoli (45' Cesar), Dainelli, Tomovic, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa, Inglese (37'st Stepinski), Giaccherini (23'st Bastien).

A disp.: Confente, Seculin, Gamberini, Jaroszynski, Tanasijevic, Gaudino, Pellissier, Pucciarelli.

Share