Atalanta-Milan 1-1: Masiello al 91′ replica all'ex Kessie. Rossoneri in Europa League

Share

Ecco invece il parere del mister rossonero, Gennaro Gattuso, ai microfoni di Sky Sport: "C'è grande differenza tra sesto e settimo posto, sicuramente è importante aver messo in un cassetto l'Europa League". E' arrivato un 1-1 che lascia molto amaro in bocca. A disposizione: Storari, A. Donnarumma, Antonelli, Calabria, G. Gómez, Musacchio, Locatelli, Mauri, Montolivo, Borini, Cutrone, A. Silva. Dove l'Atalanta tornerà, vedremo se nella fase a gruppi o nei preliminari di fine luglio.

Per il Milan la trasferta di Bergamo è un match ball per l'Europa. Manca qualche cartellino, soprattutto ai danni del Papu Gomez che - in maniera sconsiderata e ignobile - colpisce volontariamente Biglia nella parte bassa della schiena. Al minuto 29 è Toloi a salvare i suoi compagni. La mia squadra è terzultima per ammonizioni, 2 su 56 sono arrivate per proteste contro gli arbitri: sapersi comportare in campo per me è una delle cose fondamentali. L'Atalanta cerca di fare la partita ma i rossoneri si chiudono e ripartono bene. Finale di marca nerazzurra, con la spinta dell'Atalanta che metteva in crisi la retroguardia di Gattuso: decisivo l'ingresso di un Ilicic sempre pericolosissimo, che pennellava a tempo scaduto il pallone giusto sulla testa di Masiello. Al 60′ passa il Milan. Ma dopo un'ora è l'ex di turno Kessie a trovare l'1-0 per il Milan con una conclusione dalla distanza. Nel finale di gara i padroni di casa provano ad agguantare un meritato pareggio e al 92' ci riescono: cross perfetto del neo entrato Ilicic, errore evidente di Abate e colpo di testa vincente firmato Masiello. Ma anche il Milan finisce in dieci uomini per il rosso diretto a Montolivo.

Maltempo, allerta della Protezione Civile: temporali e temperature in picchiata
Per le prossime ore, fino a domani, lunedì 14 maggio , previste piogge e temporali , con carattere di rovescio o temporale.

Al 64' espulso Toloi (A) per aver applaudito l'arbitro Guida. Al 42' si viene a creare un vero e proprio assedio all'interno dell'area di rigore rossonera: l'Atalanta calcia in porta tre volte nel giro di pochi secondi, due volte con Cristante e una con Freuler, ma la difesa del Milan, con un po' di fortuna, riesce a sventare la minaccia.

Share